"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

lunedì 29 giugno 2009

Cioccolatomania




Girovagando per il web, qualche giorno fa, mi sono imbattuta in questo blog: http://www.undicimesi.blogspot.com/ e ho letto l'invito di Anna a partecipare a questa golosissima raccolta con protagonista il cioccolato. ...e come potevo non lasciarmi coinvolgere?? Anche se il mio blog è appena nato e sto cominciando solo ora a raccogliere qui le ricette che tenevo conservate da tanto, ho voluto umilmente unirvi a tutte quelle che, sicuramente, posteranno dei dolci meravigliosi, da lasciare incantati! Ma al cioccolato non si può MAI dire di no, gli si deve cedere e basta!! Così, voglio partecipare anch'io, con una ricetta che più semplice non si può: un dolce velocissimo (senza neanche l'ausilio delle fruste elettriche), aromatico, inebriante, che si scioglie in bocca...liberamente tratto dal libro della critica gastronomica americana Ruth Reichl "Aglio e Zaffiri".


TORTA DI CIOCCOLATO E CAFFE' DELL'ULTIMO MINUTO

Ingredienti


120 gr di cioccolato fondente buono (almeno il 70% di cacao)
90 gr di burro
100 ml di caffè forte
2 cucchiai di Sambuca (o Grand Marnier)
150 gr di zucchero
2 uova
120 gr di farina
1 cucchiaino di essenza liquida di vaniglia (o in mancanza 1 bustina di vanillina)
1 cucchiaino di lievito
1 pizzico di sale


Preparazione

Preriscaldate il forno a 160°. Fondete il cioccolato con il burro e il caffè in un pentolino,mescolate a fuoco basso fino a far sciogliere completamente. Lasciate intiepidire e trasferite in una terrina. Poi aggiungete il liquore, lo zucchero, le uova uno alla volta e la vaniglia. Mescolate bene e aggiungete la farina setacciata con il lievito e il pizzico di sale.Versate tutto in una tortiera di 22/24 cm di diametro (la mia era di 24, ma secondo me così bassa è perfetta) e infornate per circa 20/25 minuti (fate la prova stecchino).

PER LA GANACHE AL CIOCCOLATO E CAFFE'


100 gr di cioccolato fondente (sempre 70% di cacao)
100 gr di cioccolato al latte
100 ml di panna da montare
due cucchiaini o più di caffè solubile (oppure una tazzina di caffè ristretto)
uno o due cucchiai di liquore al caffè


Portate ad ebollizione la panna con il caffè. Spegnete il fuoco e aggiungete il cioccolato tagliato a pezzi e fatelo sciogliere. Lasciate intiepidire (attenti a non farla raffreddare, altrimenti la ganache si indurisce troppo!) e spalmatela sul dolce.


Ed eccola qui!






Grazie, Anna, per quest'invito!


1 commento:

  1. Grazie per la foto e soprattutto per la ricetta! E' sicuramente da provare! Spero entro fine settimana di riuscire ad aggiornare tutto e proclamare il vincitore!

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!