"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

domenica 19 luglio 2009

Quel tocco speciale di dolceamara passione

Siete mai stati all'Eurochocolate?


E' una meravigliosa manifestazione che si tiene ogni anno a Perugia, ad Ottobre, che ha come protagonista indiscusso il CIOCCOLATO, in tutte le sue forme, colori, sapori, aromi più disparati! Lì i più bravi maestri cioccolatieri preparano delizie per ogni palato, gli artisti più originali creano in piazza sculture da lasciare senza fiato e, soprattutto, da mangiare, e non solo con gli occhi!! Beh, proprio all'Eurochocolate, un paio di anni fa, ho assaggiato un cioccolato fondente di cui mi sono innamorata...Lo so, magari non sarà quello più strano e originale del mondo, ma io lo trovo profumatissimo, intenso, con quel lieve tocco pungente e agrumato che ti fa venire voglia di mangiarne ancora e ancora e ancora....sì, è anche vero che io il cioccolato, quello buono, non smetterei di mangiarlo mai...!



Questo gelato, esperimento che non credevo sarebbe riuscito così bene, è nato con il desiderio di far rivivere, nella calura estiva, un po' di quel gusto deliziosamente armonioso e contrastante al tempo stesso...

GELATO AL CIOCCOLATO FONDENTE E ARANCIA PROFUMATO AL COINTREAU



Ingredienti

400 ml di panna
100 ml di latte
(oppure, per un gelato più leggero 250 ml di panna + 250 ml di latte)
4 tuorli
120 gr di zucchero
120 di cioccolato fondente al 50% di cacao
1 stecca di vaniglia
1/2 fialetta di aroma arancia (ci volevano le bucce di un'arancia non trattata, ma non è davvero il periodo giusto...)
3 cucchiaini di liquore Cointreau
scagliette di cioccolato fondente
scorzette di arancia candita

Preparazione

1. Far scaldare il latte con la vaniglia e lasciare in infusione.
2. Intanto lavorare i tuorli con lo zucchero, meglio se manualmente, così da non incorporare troppa aria.
3. Unire al composto di uova il latte filtrato, rimettere sul fuoco e mescolare la crema inglese, finché non velerà il cucchiaio. Togliere dal fuoco.
4. Aggiungere il cioccolato che avrete prima grattugiato, amalgamare fino a farlo sciogliere completamente, versarvi la mezza fialetta di aroma arancia e far raffreddare.
5. Filtrare nuovamente la crema e metterla nella gelatiera. Qualche minuto prima che il gelato sia pronto, aggiungervi il liquore (l'alcool rallenta il raffreddamento del gelato), le scaglie di cioccolato e le scorzette di arancia candita.
Eccolo qui: cremosissimo e incredibilmente profumato!
 






2 commenti:

  1. Ciao! Complimenti per questo gelato, deve essere delizioso!

    RispondiElimina
  2. Grazie, Tania! Provalo, perché è davvero squisito! ;)

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!