"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

lunedì 5 ottobre 2009

Biscotti alle nocciole



In ricordo del bellissimo weekend a Visciano!...cara amica "ape operosa", ti dice qualcosa il vassoietto lilla delle foto?? ;D
La ricetta è presa da questo bellissimo blog, con qualche irrilevante modifica.
Sono buonissimi, sanno davvero tanto di nocciole e sono super croccanti!



Con queste dosi a me sono venuti una 70ina di biscotti, tagliati non troppo grandi...


Scusate la quantità delle foto...ma mi piacevano troppo!!! :D



Ingredienti

450 gr di farina
180 gr di zucchero
130 gr di nocciole macinate finemente
250 gr di burro
2 uova leggermente sbattute
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di cacao amaro, per dare "colore"

Procedimento

1. Setacciare sul piano di lavoro la farina con il pizzico di sale.
2. Aggiungere lo zucchero e le nocciole macinate e mescolare bene per amalgamare gli ingredienti.
3. Distribuire sul composto il burro tagliato a pezzetti piccoli e incorporarlo fino ad ottenere un composto granuloso.
4. Unire le uova leggermente sbattute e lavorare l'impasto come una normale pasta frolla, fino a che avrete una palla liscia ed omogenea.
5. Avvolgere la palla nella pellicola per alimenti e farla riposare in frigo per almeno 1 ora (io l'ho tenuta un po' di più, perché in questi giorni è tornato il caldo e non riuscivo a lavorarla bene).
6. Accendere il forno a 180°. Stendere la pasta non troppo sottile e dare ai biscotti la forma desiderata. Cuocerli per 12/15 minuti o fino a quando saranno leggermente dorati (io li ho fatti colorare un po' di più, perché la persona a cui dovevo regalarli -il goloso suocerino- li ama cottissimi, al limite del bruciacchiato... :-/ )








Con questa ricetta partecipo al Concorso: "Sunday Morning!", promosso dal sito Juls' kitchen e da Macchine Alimentari...











8 commenti:

  1. Ciao Gabri! grazie per la partecipazione ed inboccallupo con questi bisottini di nocciole sper croccanti!

    RispondiElimina
  2. Ciao, Juls! Ti ringrazio e complimenti per il tuo blog!

    RispondiElimina
  3. wow ti rubo un biscottino e la ricetta!! devono essere deliziosi!! baci!

    RispondiElimina
  4. Slurposissimi! Ma come si fa a partecipare ai concorsi su Internet? Baci baci.

    RispondiElimina
  5. Federica: Sono qui apposta: per essere rubati e sgranocchiati! :D

    Giù: Ciccia, molti blog che io "sbircio" propongono una specie di "concorso" culinario che richiede la partecipazione con una ricetta! Se giri un po' ne troverai tanti! Perché non vai sul link che ho messo e partecipi anche tu a questo dei dolci per la mattina, per esempio? :)

    RispondiElimina
  6. Ma quindi posso partecipare anche senza conoscere l'organizzatore del "concorso"? Cioè scrivo sul blog la mia ricetta (magari la prossima cerco di corredarla di fotografie...) e dico che partecipo al concorso tal del tali...Ho capito bene? Baci baci

    RispondiElimina
  7. Io li ho assaggiati , meglio dire divorati e vi posso garantire che sono come le ciliege cioè uno tira l'altro..... Baci Lia

    RispondiElimina
  8. Giù: No, devi andare sul blog che ha promosso il concorso e lasciare il link della ricetta che hai fatto anche lì! E poi sul tuo blog metti la ricetta con foto e copi l'immagine con il link del sito, come ho fatto io...non so se sono stata brava a spiegare, però... :-/


    Lia: Grazie, mamma Lia, tutto merito del "sudore" di quel pomeriggio!! :D

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!