"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

venerdì 9 ottobre 2009

Crema di lenticchie in brodo di pollo

Sempre a caccia di nuove ricettine di zuppe e creme di verdure, mi sono imbattuta in questa crema, davvero molto particolare! Il connubio lenticchie-pollo in brodo mi è piaciuto tantissimo!
Chissà, magari piace anche a voi... :)
Non ricordo il sito da cui l'ho presa, anche perché l'ho dovuta alleggerire parecchio, visto che prevedeva anche burro e farina...

Dunque dunque...

Ingredienti per 4 persone

1 l di acqua
1 coscia e 1 ala di pollo
1 gambo di sedano
1 carota
2 cipolle
2 patate
300 gr di lenticchie già cotte
sale e pepe

Preparate il brodo con le verdure, gli odori e il pollo. Una volta pronto, togliete il pollo e tenetelo da parte, aggiungetevi le lenticchie già cotte e fate cuocere ancora un po', fino a che queste ultime non saranno quasi sfatte e il brodo si sarà ristretto a sufficienza. A questo punto, frullate il tutto, fino ad ottenere una crema morbida, salate e pepate.
Tagliate a pezzetti il pollo e servite la crema calda, con le striscioline di pollo e un filo d'olio a crudo (come sono salutista...).











2 commenti:

  1. Gab, con queste zuppe stai perdendo quota! Vogliamo qualcosa di meno dietetico...
    Ti abbraccio fortissimissimo.
    Giù
    P.S. Io non ho voglia di accendere i fornelli...

    RispondiElimina
  2. ahahah!!! Lo so, sarò una cattiva politica, ma a me piacciono troppo le creme di verdure!! E poi, come sai, per problemi miei e per la dieta di Genny, sono costretta a fare di necessità virtù...! Ma dài, che fra qualche settimana, con le temperature più basse, queste creme calde ti torneranno utili... ;)

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!