"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

venerdì 27 novembre 2009

American Style: pancakes


Non so voi, ma a me viene sempre un po' l'acquolina in bocca quando guardo i personaggi dei telefilm americani fare colazione con quelle frittelle grondanti sciroppo d'acero...mi sono chiesta un sacco di volte se fossero davvero così buone come sembravano. Adesso posso dare una risposta: ASSOLUTAMENTE SI'!!!
Così tanto che le ho fatte due volte, anzi, la seconda volta sono venute ancora più buone, più soffici e più profumate.
Io le ho gustate con del miele di acacia ai mirtilli (una delizia), il maritone con la marmellata di mandarini e insieme a mia nipote li stiamo sognando con una golosa salsa al cioccolato...
Buoni davvero. Grazie, Danda!
...ah! Sono facilissimi.
.
.

Ingredienti per circa 8 pancakes
250 gr di farina
2 cucchiaini rasi di lievito per dolci
1 pizzico di sale
2 cucchiai di zucchero di canna
250 ml di latte
2 uova
50 gr di burro
cannella e noce moscata a piacere (vi consiglio di non eliminarle dalla ricetta, a meno che il loro odore non vi dia proprio la nausea, perché conferiscono alle frittelle un sapore unico)

Preparazione

Sciogliete a fuoco bassissimo il burro nella stessa padellina in cui cuocerete i pancakes (deve essere una padella piccola, tipo quella in cui si fanno le uova a occhio di bue).
Con una frusta sbattete le uova con il latte.
Setacciate la farina insieme alla cannella, la noce moscata, il lievito, il sale e lo zucchero.
Aggiungete alla farina il latte e il burro fuso e mescolate fino ad ottenere una pastella liscia.
Riscaldate la padellina, asciugando l'eventuale burro in eccesso con un foglio di carta da cucina.
Versate la pastella in cucchiaiate abbondanti (o con un mestolo piccolo), in modo che si formino dei cerchi di circa 8 cm di diametro.
Appena cominciano ad apparire tante bollicine sulla superficie (dopo circa 1 minuto, 1 minuto e mezzo), rigirate il pancake e cuocere ancora per 1/2 minuti.
Io qui ho fatto l'errore, per paura che si attaccassero, di ungere ogni volta la padella con del burro, con la conseguenza che mi sono venuti dei pancakes un po' "anemici". Se avete una padellina antiaderente, invece, non preoccupatevi, non aggiungete burro e le frittelle assumeranno un bel colore dorato. La seconda volta, infatti, erano molto più belle da vedersi.

Impilate i pancakes uno sull'altro e teneteli in caldo.
Se poi li fate, come me, la sera prima, potete tranquillamente congelarli avvolti uno ad uno nella pellicola e poi nella carta argentata. Il giorno dopo, riscaldati, sono ottimi lo stesso!









2 commenti:

  1. ma che brava!!!! è vero nei film mangiano sempre queste frittelle. le devo provare^_^

    RispondiElimina
  2. Grazie, Nanny! A noi sono piaciute davvero tanto, ti assicuro che con del buon miele, una sull'altra...sono una vera goduria!!

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!