"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

lunedì 23 novembre 2009

Brioches buonissime!



Quando ho visto queste brioches su Cookaround, la scorsa settimana, non ho resistito: dovevo provarle il prima possibile!! Sono facili (soprattutto se avete come me la macchina del pane- o il bimby- che fa praticamente tutto), morbidissime e si prestano benissimo alla farcitura. Le abbiamo mangiate a colazione e il resto...è in freezer che aspetta solo un breve passaggio nel microonde per essere gustato quando vogliamo...
Le spiegazioni di MaryMag sono precisissime e se le seguite passo passo non avrete problemi. E' per questo che ho pensato di postarle nella loro interezza: io non avrei saputo essere più precisa di lei! Spero che non me ne voglia!
L'unica differenza è che io li ho fatti nel pomeriggio, quindi una volta preparati e messi sulla placca del forno, li ho fatti lievitare 3 ore e mezza ed erano triplicati di volume. Se voi li fate la sera seguite pure le indicazioni di MaryMag.
La prossima volta metterei solo un po' più di zucchero, perché le ho trovate poco dolci (sarà perché io le ho mangiate vuote, mentre il maritone le ha spalmate in ogni angolo con della sana Nutella?? Mah...)
Ecco la ricetta così come l'ha postata lei:


"Ingredienti
500 GR FARINA MANITOBA
180 GR LATTE
120 GR BURRO ammorbidito nel latte
2 UOVA INTERE (medio grandi)
100 GR DI ZUCCHERO
1 FIALETTA DI AROMA (VANIGLIA, MANDORLA, O QUELLO CHE SI VUOLE MA NON L'AROMA DI ARANCIA)
MEZZO CUBETTO DI LIEVITO DI BIRRA FRESCO (io ho usato quello secco, metà bustina)
MEZZO CUCCHIAINO DI SALE


INIZIAMO
Alla sera quando arrivo dal lavoro verso le 19,00 metto tutti gli ingredienti nella macchina del pane nell'ordine:
LATTE E BURRO
SALE
MEZZA QUANTITA' DI FARINA
ZUCCHERO
IL RESTANTE DELLA FARINA
FIALETTA DI AROMALE UOVA
IL LIEVITO
Lascio che faccia tutto la macchina (avviare il programma che si usa normalmente per fare il pane che dura all'incirca 2 ore per impastare e lievitare e 1 ora per cuocere ) PRIMA che arrivi il tempo della cottura spengo e lascio l'impasto dentro al cestello al chiuso A LIEVITARE per un'altra oretta (lievita fino a toccare il coperchio)
Prendo l'impasto e lo divido in quattro pagnotte e inizio a tirare con il mattarello dandogli la forma di un rettangolo dello spesso di circa mezzo cm. e anche meno dal quale ricaverò i triangoli che formeranno le mie brioche, le farcisco con ciò che mi piace es. nutella, marmellata, crema o le lascio vuote.
Le metto nella teglia con la carta da forno, prendo circa mezzo bicchiere di latte nel quale sciolgo 1 cucchiaino di zucchero a velo e con il pennello da cucina "lavo" le mie brioche.
Ho iniziato alle 19,30 circa con l'impasto e verso le 23,00 ho finito di confezionare le brioche; le ripongo nel forno con una teglia di acqua CALDA sul fondo e lascio così tutta la notte. Alla mattina (mi alzo presto alle 5,00/5,30) devono essere diventate tre volte quello che erano quindi bisogna regolarsi di non farle enormi ma tendenzialmente piccole…


ALLA MATTINA tolgo dal forno la teglia di acqua che avevo messo alla sera, accendo e regolo a una temperatura di 200 gradi; lascio così per circa 10 minuti e poi abbasso a 180° (io le ho tenute sempre a 180°, perché il mio forno è piuttosto forte e infatti qualcuna si è scurita un po' troppo)
Non devono diventare scure, ciascuno conosce il proprio forno e si regola di conseguenza, io solitamente ho nel forno tre teglie e per 20 minuti lascio cuocere spostando le teglia da sotto a sopra e nel mezzo insomma le faccio girare.. In ogni modo da quando accendo il forno a quando sforno passa poco meno di mezz'ora.
Alla fine della cottura io le lucido con:

5 cucchiai di acqua
4 cucchiai di zucchero
e un pò di granella"


Queste erano due brioches rotonde mangiate la mattina dopo...si vede l'addentatura vorace? :D





10 commenti:

  1. A che ora ti alzi tu la mattina?????????
    ...
    ...
    ehm, io mi sa che le brioche le comprerò al bar...!!!

    Ciao Gabri, per l'iniziativa di QuoVadis, non so se è sempre valida... comunque prova a chiedere a loro: basta che tu mandi una mail al servizio clienti (trovi l'indirizzo sul sito) citando l'iniziativa e dando i tuoi dati...
    Ti do il link delle agende: http://www.quovadis.eu/it/papeterie/detail.asp?arId=443

    Ciao e tanti complimenti per le brioches... mmm, con la Nutella...!!!
    baci, polepole

    RispondiElimina
  2. Ciao, polepole!!! Ma no...! Non sono io che mi alzo alle 5, non ce la farei mai!! :D
    E' MaryMag, la ragazza da cui ho preso la ricetta. Beata lei! Io invece le ho messe a fare nel primo pomeriggio e le ho finite e sfornate nel dopocena. Brioche e caffè sul divano davanti alla tv...si può desiderare altro??
    Grazie per la dritta sui taccuini, manderò una mail quanto prima.
    Baci!!

    RispondiElimina
  3. wow ma sono meravigliose!!! complimentoni!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Condividere con gli amici ,no?
    Lia

    RispondiElimina
  5. ... sono meravigliose.. fare colazione così ricuora l'animo e fa smettere di pensa re almeno per un'attimo a tutto ciò che negativo ci circonda.. =))

    RispondiElimina
  6. Ma ma ma... questo bellissimo blog mi era sempre sfuggito, eppure è così carino!!! Complimenti!
    Ti avviso... i muffins di settembre te li rubo, poi ti aggiorno sul risultato!

    RispondiElimina
  7. Federica: Grazie mille!! :)

    Lia: ...le rifarò presto (stasera le devo portare da mia sorella, dalle boccucce voraci di nipoti e cognatuzzo...), se voi passate per un caffè, due minuti nel microonde, un cucchiaio di nutella, zucchero a velo... :D

    Nanny: hai proprio ragione! La mattina un po' di dolcezza è indispensabile!!

    lavaligiadigiulia: Ciao, benvenuta!!! Grazie per i tuoi complimenti, sono graditissimi...verrò presto a trovare anche te!! Per quanto riguarda i muffins, figurati, ruba pure! Poi dimmi se ti sono piaciuti! ;)

    RispondiElimina
  8. che belle ne mangerei volentieri una1

    RispondiElimina
  9. Belle morbideeeeeeee....ne mangerei una adesso!!

    RispondiElimina
  10. Mamma mia..quanto sono morbidose!Fantastiche..bravissima!Buon weekend!

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!