"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

lunedì 25 gennaio 2010

Mezze maniche al forno con funghi e carne macinata


Sabato sera io e il maritone abbiamo fatto tardi, persi in piacevoli chiacchiere a casa di amici.
Ma tardi tardi, come non capitava da tempo!
Ovviamente, domenica mattina ci siamo svegliati tardissimo, neanche a dirlo, e il programma che avevo in mente per il pranzo è andato a farsi benedire...e con lui anche la succulenta pasta al forno che desideravo fare...Così, ho dovuto rielaborare il tutto e, grazie alla spesa appena fatta e all'arte dell'arrangio, siamo comunque riusciti a fare un buon pranzetto!
La pasta al forno è rimasta "al forno", ma ha assunto vesti molto più semplici e, soprattutto, veloci! (a quel punto il ragù era improponibile...)
Buona lo stesso, il maritone ha gradito e anch'io.
E stasera...a nanna presto!!


MEZZE MANICHE AL FORNO CON FUNGHI E CARNE MACINATA


Ingredienti per 2/3 persone
.

200 gr di mezze maniche
.
circa 250 gr di carne macinata

300 gr di funghi freschi misti

4 o 5 funghi porcini secchi

2 vasetti di panna da cucina (io uso quella magra della Parmalat, è leggerissima)

1 carota, 1 costa di sedano, 1 spicchio d'aglio tritati per il soffritto

parmigiano grattugiato

1 pizzico di noce moscata

vino bianco

sale e pepe

prezzemolo


Mettete i funghi porcini secchi in una ciotolina con un po' d'acqua per farli ammorbidire (l'acqua non la buttate, vi servirà, filtrata, per insaporire il sugo).
In una padellina fate dorare il soffritto con un po' d'olio (non siate avari, altrimenti la pasta verrà troppo asciutta). Aggiungete la carne macinata, un pizzico di noce moscata e fatela insaporire nel soffritto per qualche minuto. Sfumate col vino bianco e aggiungete i funghi tagliati a fettine. Salate e pepate e fate cuocere coperto a fiamma non troppo vivace.
A metà cottura, aggiungete anche i funghi secchi e lasciate cuocere, aggiungendo pian piano l'acqua in cui li avete fatti rinvenire.
A cottura ultimata, spolverate di prezzemolo, aggiustate di sale e spegnete. Unite un vasetto e mezzo di panna (l'altra metà servirà dopo) e amalgamate bene; aggiungete anche una bella spolverata di parmigiano grattugiato.
.
A questo punto cuocete molto al dente la pasta, scolatela tenedola un pochino "umida" e conditela con una parte del sugo di carne e funghi.
Mettetela in una pirofila da forno, aggiungete il resto del condimento, la panna rimanente (emulsionata con un goccio di latte), una bella spolverata di parmigiano e un po' di pepe.
Infornate a 180° fino a che la superficie sarà bella croccante.










11 commenti:

  1. Questa si che merita un mozzico on line...Ma la carne va bene anche mista maiale e bovino, che ne pensi.

    RispondiElimina
  2. Ciao, Max! Grazie... :) Sì, in effetti era abbastanza goduriosa... :D Ma certo, secondo me il mix maiale-bovino va benissimo, credo che anche il mio macinato fosse così!

    RispondiElimina
  3. GNAMMY !!!
    CHE BELLA DEA, ANCHE IO LA DOMENICA MI SVEGLIO TARDISSIMO!! LA FACCIO DI SICURO.
    BACIONI.

    RispondiElimina
  4. interessantissimo anche il tuo blog, oltre che andare in giro per ristorantini adoro anche cucinare.

    RispondiElimina
  5. @coccinelle: Grazie mille, cocci!! Sì, la domenica è sempre traumatico, il risveglio...però un bel pranzetto, anche se semplice, è d'obbligo! :)

    @Tiziano: Grazie, Tiziano, ricambio i complimenti! Verrò spesso a visitare il tuo utilissimo blog!! ;)

    RispondiElimina
  6. ciao Gabry, come dice mio marito "storta và diritta vè..." non hai fatto la pasta al forno, ma dieri che questo piatto è alla sua altezza...

    RispondiElimina
  7. @Nanny: Proverbio verissimo...! Grazie, Nanny, dolcissima come sempre! :))

    RispondiElimina
  8. che buoono e io che sono a dieta non dovrei neanche guardare qui:)))

    RispondiElimina
  9. @Nenaz: carissima! Io sono a dieta da una vita (non per il peso, ma per problemini vari...diciamo che non mi danno in rottamazione, perché nessuno mi prenderebbe...), però ho deciso che alterno 4 o 5 giorni di alimentazione "ferrea" a uno in cui faccio un po' di strappi alla regola...almeno nel we!! :D

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!