"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

martedì 12 gennaio 2010

Pagnottine ripiene


Per questa ricettina devo ringraziare mia cugina Mari, che me l'ha passata, dopo averli assaggiati a casa sua...In origine erano panini al latte, da lei trasformati in semi "panini napoletani", soffici e saporiti!!
L'unico errore che ho fatto è stato di fare le palline troppo grandi, con la conseguenza che sono lievitate tantissimo in larghezza e si sono estese, invece che "incicciottirsi". Spero che i miei amici abbiano gradito lo stesso!!
Quindi, il mio consiglio è di fare palline da 70/80 gr ciascuna (le mie pesavano poco più di 100 gr...): con quel peso dovrebbero venirne una ventina circa!

Panini al latte...trasformati in pagnottine ripiene

720 gr di farina di grano tenero tipo 0
400 ml di latte
2 uova
60 gr di burro freddo a pezzetti
1 cubetto e 1/2 di lievito di birra
3/4 cucchiaini di zucchero
2 cucchiaini di sale

salumi e formaggi a piacere, tagliati a pezzetti piccoli
.

Preparazione

In una tazza sciogliere il lievito con qualche cucchiaio di latte e lo zucchero.
In una grande terrina (io l'ho fatto direttamente sulla spianatoia, perché odio lavorare nelle ciotole...) unite la farina, il sale e il burro e lavorate gli ingredienti con la punta delle dita sino ad ottenere un composto granuloso. Aggiungete il lievito diluito, il rimanente latte e le uova leggermente sbattute.
Impastate gli ingredienti (tranne i salumi e i formaggi) lavorando fino a raggiungere una consistenza morbida. Lavorate energicamente per altri 10 minuti.
Formate una palla e ponetela in una ciotola infarinata. Lasciate a lievitare lontano da correnti d'aria per circa 90 minuti.
Alla scadenza del tempo, prendete l'impasto e, sulla spianatoia, cominciate piano piano a incorporare i pezzetti di salumi e di formaggio, senza esagerare altrimenti appesantirete troppo la lievitazione.
Formate nuovamente una palla e rimettete a lievitare per un'altra ora.
.
A questo punto, riprendete l'impasto, ricavatene una ventina di palline di 70/80 gr ciascuna (o anche più piccole se le preferite), disponetele su una teglia (io l'ho rivestita di carta forno e spennellata di olio), copritele e lasciatele lievitare fino al raddoppio (per me circa 1 ora).
.
Spennellatele con un po' di latte e fatele cuocere in forno caldo a 180°/190° per circa 1/2 ora (fino a doratura).
.

N.B. se non volete farcirli, ma usarli come semplici panini al latte da imbottire o da spalmare di burro e marmellata, dopo la prima lievitazione, dividete il composto in pagnottelle e rimettetele a lievitare, saltando ovviamente il passaggio di incorporare i salumi e la seconda lievitazione.
.
.
.
.

BLOG CANDY BLOG CANDY


A proposito, se come me siete dei piccoli topi di biblioteca, vi emozionate all'idea di cominciare un nuovo libro e soprattutto, quando entrate in una libreria vi viene voglia di portarvi dietro cuscino e materasso e restarci anche a dormire...vi invito a partecipare al Candy di "Attimi di Letizia", per condividere la passione per la parola scritta...




12 commenti:

  1. fantastiche!! mi sembra di sentirne il profumo!

    baci!

    RispondiElimina
  2. @Federica e Marsettina: Grazie, ragazze! Infatti, la cucina profumava di pizza mentre cuocevano...! :)

    RispondiElimina
  3. ..ringrazio anch'io la cugina Mary e Gabry che ha creato da una semplice ricetta queste squisitezze... ovviamente io ho preso la ricetta^_^
    buona serata..

    RispondiElimina
  4. Molto carine le tue pagnottine, mi sembra quasi di sentirne il profumo.
    Bel blog, complimenti!

    RispondiElimina
  5. @Nanny: Ciao, Nanny, buon sabato a te!! Provale e fammi sapere...io la prossima volta le voglio fare "nature", per spalmarci burro e marmellata la mattina!! :D Mamma mia, che golose, che siamo......baci!

    @Alessandra: Ciao, benvenuta e grazie per i tuoi complimenti! :)

    RispondiElimina
  6. bellissimi questi panini, sembrano davvero sfiziosi, li devo provare per la merenda del mio bimbo!!! Bacioni

    RispondiElimina
  7. @Colombina: grazie mille!! Se li fai al naturale per la merenda dei bimbi, fammi sapere, perché sono curiosa di sapere come vengono!

    RispondiElimina
  8. Ciao Cara, sono contentissima della tua visita, mandami i tuoi riferimenti a simona.colombo@email.it, così ti invio il pensierino.Bacioni

    RispondiElimina
  9. Anche io come te amo cucinare per gli amici, potessi per questione di tempo lo farei tutti i giorni!!! Complimenti pee le pagnotelle, io dentro ci metterei anche la nostra nduja sarebbero per me una vera squisitezza. Baci. Max.

    RispondiElimina
  10. Che profumo..che delizia queste pagnottine..le mangerei tutte!

    RispondiElimina
  11. @Colombina: ti ho già ringraziato per email, ma lo faccio ancora...GRAZIEEEEEEE!!!!!

    @Max: ...la 'nduja?? Ma io l'adoro!!! Non è facile trovarla dalle mie parti, ma se dovessi passare di qui... ;) Verrò presto a trovarti nel tuo blog!

    @Night: fatina!!!! Sapessi da quant'è che ti penso...è tanto che non pubblichi una delle tue ricettine..ma non lo sai che c'è chi le aspetta desideroso di sognare? :D Sono contenta di sentirti! Un bacio!

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!