"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

martedì 9 febbraio 2010

Crostata di crema e nutella...un intermezzo allo studio


In questi giorni sono super-iper-ultra incasinata e non riesco a postare nessuna ricettina che sia degna di questo nome...e soprattutto, non ho più il tempo di fare neanche le foto!!

Mi hanno commissionato una traduzione dall'inglese per una tesi di laurea e ho detto di sì perché, oltre al fatto che adoro tradurre, rappresentava un po' una sfida con me stessa. La mole è alquanto Antonelliana (scusate la battuta tristissima...) e mi auguro con tutta me stessa di riuscire a conciliare questo impegno con le lezioni pomeridiane e il resto della vita!!

Comunque...avevo in archivio da un po' questa crostata con crema e nutella, fatta qualche tempo fa.
Ricordo che ci piacque molto: golosa, ricca, con il sapore della nutella che si fonde con quello più delicato e aromatico della crema........beh, insomma, vi lascio la ricettina e torno alle mie "sudate carte" :)
.

CROSTATA DI CREMA E NUTELLA
.
.
Ingredienti per la pasta frolla di Pellegrino Artusi
.
.
250 gr di farina
.
125 gr di burro
.
110 gr di zucchero
.
1 uovo + 1 tuorlo
.
la buccia grattugiata di un limone non trattato
.
un pizzico di sale
.
marsala (o altro liquore dolce)
.
.
Impastare la farina con il burro a pezzetti. Formare la fontana e al centro mettete lo zucchero (se volete una frolla più fine, frullate lo zucchero fino a renderlo a velo), gli aromi, il pizzico di sale e infine il tuorlo e l'uovo intero.
Impastate velocemente il tutto, aggiungendo se vi piace uno o due cucchiai di liquore, formate una palla, avvolgetela con la pellicola per alimenti e fatela riposare in frigo per 1/2 ora.
.
.
Per la crema
.
500 ml di latte (per una crema più vellutata usate 350 ml di latte e 150 ml di panna fresca)
.
100 gr di zucchero
.
50 gr di maizena
.
la buccia grattugiata di un limone non trattato
.
5 tuorli
.
bacca di vaniglia (o in mancanza 1 bustina di vanillina)
.
nutella q.b. (melius abundare...senza strafare, però... ;> )
.
Fate scaldare il latte con la vaniglia.
Nel frattempo, sbattete i tuorli con lo zucchero (e con gli albumi avanzati dalla crema e dalla frolla, ci sta benissimo la Torta albumi e mandorle...così non si spreca niente...) e la buccia grattugiata del limone, amalgamatevi la maizena setacciata e infine versate il latte caldo sul composto. Mescolate per bene e rimettete sul fuoco ad addensare. Una volta pronta la crema, fatela intiepidire.
.
Stendete la pasta frolla e rivestitevi una teglia di 24 cm.
Spalmate la base con uno strato di nutella (lo spessore sta alla generosità delle vostre papille gustative), aggiungete sopra la crema e ricoprite la crostata con la rimanente pasta.
.
Cuocete in forno a 180° per circa 1/2 ora.
.
.




...questa foto è veramente veramente sconcia...

.

.

.

6 commenti:

  1. @marsettina e federica: grazie mille, ragazze! Dove c'è la nutella...è una garanzia! :D

    RispondiElimina
  2. ciao gabri... la tua torta è davvero invitante, non quanto forse la mola di lavoro che hai.... in archivio non è che ti è rimasta una fetta di torta per caso?? così potrebbe darmi la carica, per pulire e RRiordinare casa mia... che detto tra noi "... in questo momento tutto sembra fuoché una casa..." ^.^

    RispondiElimina
  3. @Nanny: ...come ti capisco!!! come se non bastasse, stamattina mi si è pure rotta la lavatrice...e avevo appena messo a lavare le lenzuola!!! Mi sa che oggi mi serve una bella respirazione yoga...ohmmm...ohmmm....

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!