"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

domenica 14 febbraio 2010

Every day could be Valentine's Day



"Finché m'è ancora possibile, è per te che scrivo
.
La vita che ho vissuto, il sogno che ho sognato.
.
Dal giorno in cui nascemmo fino al giorno
.
In cui noi moriremo, tutto scorre
.
Rapido. E noi, il nostro canto e il nostro
.
Amore e tutto ciò che il Tempo
.
Che misura la vita un giorno ha acceso, e tutte
.
Le creature sorprese dalla notte che vengono e che vanno
.
Attorno alla mia tavola, tutto trascorre e muove
.
Verso un luogo in cui forse non esiste, nell'estasi
.
di Verità che ogni cosa consuma, un luogo alcuno per l'amore e il sogno"...
.
[W. B. Yeats]
.
.
.

Nessun commento:

Posta un commento

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!