"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

lunedì 29 marzo 2010

Timballo di riso all'abruzzese

la foto è stata scattata il giorno dopo, e il timballo aveva perso un po' di umidità...


Ingredienti per 6 persone

400 gr di riso
poco meno di 1 litro di brodo di carne
olio
caciocavallo grattugiato (io ho usato della provola tagliata a pezzetti)
2 uova sode
25 gr di burro
4 cucchiai di pangrattato
300 gr di carne macinata
1 mazzetto aromatico (timo, rosmarino, alloro)
100 gr di verdure per soffritto
2 spicchi di aglio
vino bianco
350 gr di salsa di pomodoro
1 peperoncino, se piace
parmigiano e pecorino grattugiati

Fate appassire in poco olio il trito di verdure con l'aglio diviso a metà e il mazzetto aromatico. Unite la carne, rosolatela, sfumate con il vino e aggiungete la salsa di pomodoro e, se volete, il peperoncino tritato. Cuocete a fuoco dolce per 40 minuti e regolate di sale e pepe.
Portate a ebollizione il brodo, versate il riso, mescolate e coprite; risportate a bollore e cuocete per 15 minuti a fiamma bassa, finché il brodo sarà stato assorbito. Spegnete, condite il riso con qualche mestolo di sugo, aggiungete una parte del caciocavallo o della provola, il parmigiano e il pecorino grattugiati, le uova sode tagliate a pezzetti e un filo d'olio.
Imburrate uno stampo, cospargetelo con il pangrattato e versatevi uno strato di riso, coprite con ancora un po' di sugo, un po' di caciocavallo/provola e di parmigiano e pecorino; ripetete gli strati fino a terminare con uno strato di riso. Premetelo bene, coprite con ancora un po' di sugo e di formaggi grattugiati (per far formare la crosticina) e infornatelo in forno caldo a 190° per circa mezzora.
Se volete, potete anche capovolgerlo su un piatto da portata, a quel punto, non è necessario aggiungere l'ultimo strato di sugo e formaggi, perché la parte visibile sarà quella sottostante!





10 commenti:

  1. Ciao complimenti è davvero molto invitante!!! un bacione

    RispondiElimina
  2. Grazie, Luciana! Io adoro il riso, però questa è stata la prima volta che l'ho preparato al forno: mi è piaciuto un sacco!

    RispondiElimina
  3. questo è un piatto unico stupendo. Sei bravissima, come sempre!
    A presto,
    Ale

    RispondiElimina
  4. @Alessandra: sei troppo gentile!!! grazie.... =D

    RispondiElimina
  5. avrà anche perso l'umidità, ma secondo me il sapore è rimasto inalterato... che bontà!!

    RispondiElimina
  6. @Anna: Grazie, Annina!! :)))

    RispondiElimina
  7. Non mi da fastidio l'umido, penso neanche l'abbia sfiorato nel sapore, sarà rimasto lo stesso anzi lo sai meglio di me il giorno dopo è proprio più buonoooo, ciao.

    RispondiElimina
  8. @Max: Grazie, Max!! :) Il fatto è che la sera prima, appena fatto, aveva un po' più di sugo all'interno...il giorno dopo era più asciutto, ecco, e dalla foto si vede. Ma certo, ce lo siamo mangiati con piacere lo stesso!! ;D

    RispondiElimina
  9. Gabry...buonissimo!!Devi sapere che ho un debole per il riso...non riesco proprio a resistere!!!E questo timballo mi invoglia tantissimo!!Bacione

    RispondiElimina
  10. @Ambra: Anche a me piace tantissimo, il riso, anche semplicemente nature! Però in timballo mi ha sorpreso, credo lo cucinerò più spesso!

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!