"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

domenica 18 aprile 2010

Gabriele Bonci e la pizza della libidine


      
Qualche settimana fa mi è capitato di vedere, alla "Prova del cuoco", un noto pizzaiolo romano, preparare la sua famosa pizza. Di solito, mentre cucino accendo la tv solo per compagnia,  non la seguo neppure (mentre quando faccio i dolci è severamente proibito accendere tv e radio, devo stare nel silenzio dei miei pensieri). 
In quella puntata, però, sono rimasta folgorata e mi sono fermata in religioso ascolto. Non so se abbiate mai visto questo gigante dalla faccia simpatica e rubiconda impastare e manipolare la pizza, condirla e sfornarla e parlarne con la stessa suadenza e lo stesso desiderio, che se stesse descrivendo una bella donna. Se non l'avete ancora fatto, vi consiglio di farvi un giro in rete e guardarvi qualche video...ne uscirete con una voglia irrefrenabile di tirar fuori acqua e farina e impastare pizze per tutto il vicinato!



Un impasto morbido ma croccante al tempo stesso, leggero come non mi era mai capitato in una pizza casalinga (l'impasto che usavo prima era molto buono, ma non così digeribile), la miglior pizza in casa mai mangiata!
E poi di una grande comodità: l'impasto si prepara il giorno prima, lo si mette in frigo per 24 ore e il giorno dopo si stende, si condisce e si inforna...

Provare per credere!!


LA PIZZA DI GABRIELE BONCI



Ingredienti
(io ho dimezzato la dose e ho riempito quasi tutta la leccarda del forno, più una teglia piccolina)

1 kg di farina  (Bonci consiglia di usare la 1 oppure la 0)
800 gr di acqua (vi consiglio di metterne un po' alla volta, perché ovviamente dipende dal tipo di farina, per la mia ne è servita un po' meno) 
sale q.b.
2 cucchiai di olio e.v.o.
7 gr di lievito di birra secco/ mezzo cubetto di lievito fresco/ 250-300 gr di pasta madre


Procedimento

Impastatre in una ciotola, anche con una forchetta, la farina con l'acqua, l'impasto sarà molto appiccicoso, ma resistete dall'impulso di aggiungere ancora farina. 
Unite il lievito, mescolate, aggiungete il sale e infine  l'olio e mescolate ancora. Il composto sarà un po' granuloso, ma non importa. A questo punto, coprite con un telo e lasciate riposare per 10 minuti.

Trascorso questo tempo, riprendete l'impasto, versatelo sulla spianatoia e fate le "pieghe", cioè: tirate i lembi della pasta e piegateli più volte all'interno, fino a che vedrete che pian piano la pasta si "asciugherà" un po' della sua umidità. Nel video si vede benissimo.
Quando l'impasto, molto morbido, si sarà asciugato, rimettetelo nella ciotola infarinata e  coperta con la pellicola e lasciatelo lievitare nella parta bassa del frigorifero, per 24 ore.

Il giorno dopo, riprendetelo, stendetelo allargandolo con i polpastrelli (senza matterello), rivestitevi le teglie unte di olio, condite le pizze a piacere e cuocete in forno caldissimo (io l'ho messo a 220°- non ventilato) per circa 30 minuti, spostando le teglie in modo da far cuocere le pizze sotto e sopra perfettamente.



10 commenti:

  1. Che volgia di pizza dopo aver visto le tue!

    RispondiElimina
  2. E chi non lo conosce,credo che abbia incantato chiunque.Quasi con la bocca aperta si sta ad ascoltarlo e sembra che tu sia riuscita a riprodurre sta pizza eccezionale.Un bacio Damiana!

    RispondiElimina
  3. In molti consigliano l'uso della farina 0 per l'impasto della pizza. Io ho usato la 00 (era quella che avevo in dispensa) ed è venuta uona ugualmente. Croccante ma morbida al tempo stesso. Credo che tutto dipenda da forno...cmq la tua ha un aspetto SUPERBO! Giù

    RispondiElimina
  4. dopo anni di prove e ricerche ho trovato anch'io l'impasto ideale suggerito da un'amica di forum che ha il marito "studioso" di pizza, e anche io uso pochissimo lievito e lascio in frigo almeno 24 ore, una pizza superba! e come te quando preparo dolci devo stare in assoluto silenzio e solitudine, cosa difficile da ottenere e infatti i disastri incombono!

    RispondiElimina
  5. @Mary: Grazie, Mary!! Provaci, vedrai, non ti deluderà!

    @Damiana: Ho fatto appassionare anche mio marito, che quando sa che c'è lui in tv, viene in cucina e si siede davanti allo schermo, producendo brontolii di fame, mentre Bonci cucina!! :DD

    @Federica: Grazieeeeee!! Non vedo l'ora di rifarla!! ;)

    @Giulia: Ciao, Giù!!! Facciamo così: in un altro dei nostri "sleep-over", ce la preparaiamo noi, la pizza, invece di farcela portare...che dici?? :*

    @dauly: E' la prima volta che uso quest' "accortezza" di lasciare che l'impasto lieviti in frigo...funzina anche per altre preparazioni, che tu sappia? Un bacio!

    RispondiElimina
  6. L'hai provata??? io dopo aver assaggiato più volte l'originale, non riesco proprio.
    ma devo, direi che devo farlo al più presto!

    RispondiElimina
  7. @Alem: Io non ho mai assaggiato l'originale, ma immagino che sarà deliziosa...Però con la ricetta che ha dato lui, viene comunque un'ottima pizza casalinga...quindi, vale la pena provare!! ;D

    RispondiElimina
  8. Grande Bonci dovrei mettermi anche io a provare qualche sua ricetta...la tua sembra essere veramente da libidine!

    RispondiElimina
  9. @sunflowers8: Sì, è un grande!! Ogni volta che so che c'è lui in tv, rimango incollata allo schermo!

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!