"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

venerdì 30 aprile 2010

Panna cotta bicolore alle fragole



Il weekend si sta avvicinando non proprio sotto i migliori auspici: stamattina mi sono svegliata febbricitante e con un meraviglioso raffreddore, di quelli che ti otturano naso, occhi e orecchie e ti fanno sentire un alieno, col solo desiderio di restare tutto il giorno sotto le lenzuola...!
Quello che però non capisco è: ma perché insieme alla voglia di fare i servizi, stirare e sistemare, non se ne va anche la voglia di cucinare e mangiare?!?
No, quella è sempre lì, appiccicata addosso come un secondo vestito. E questo mi costringe  a stare in piedi e trafficare in dispensa per vedere cosa posso pasticciare...E già mi frulla in testa di provare ad usare il mio Tamagotchi e fare i grissini... :) 


Succede così anche a voi?




PANNA COTTA BICOLORE ALLE FRAGOLE
liberamente ispirata dall'Enciclopedia della Cucina Italiana



Ingredienti per 6 persone

750 gr di panna fresca
300 gr di fragole
120 gr di zucchero a velo (100 gr se usate la panna già zuccherata)
14 gr di gelatina in fogli
1 baccello di vaniglia (o 1 bustina di vanillina)

Per la guarnizione

circa 200 gr di fragole + 6 fragole piccole da lasciare intere
qualche cucchiaio di marmellata di fragole
2 cucchiai di liquore alle fragole (facoltativo)


Preparazione

Fate ammorbidire i fogli di gelatina in acqua fredda; lavate le fragole, tagliatele a pezzi,  frullatele e filtrate il composto.
Versate la panna in un pentolino con lo zucchero a velo e la vaniglia, portate a ebollizione, quindi togliete dal fuoco e unite la gelatina strizzata e fatela sciogliere, mescolando bene. Filtrate il composto.
Dividete la panna cotta in 2 parti uguali e versatela in due ciotole; unite a una parte il frullato di fragole, mescolate, travasate il composto negli stampini (io ho usato gli stampini di alluminio dei muffins, ma essendo più piccoli dei normali stampini da creme caramel e affini, mi è avanzato un po' di composto alle fragole. Così ho fatto delle piccole panne cotte monocolore. Mia sorella ne è stata contenta... ;>) che avrete spennellato con della marmellata e metteteli ad indurire in frigorifero per circa 15 minuti.
Quindi versatevi anche la panna cotta bianca e mettete di nuovo in frigorifero a rassodare per 2-3 ore.

Preparate la guarnizione.
Lavate le fragole, lasciando il picciolo alle 6 fragole più piccole, che vi serviranno da decorazione. Tagliate a pezzettini le altre fragole.
Scaldate qualche cucchiaio di marmellata con un paio di cucchiai di liquore e tenete da parte.

Immergete gli stampini in acqua calda per qualche secondo e sformate la panna cotta su un piattino. Con un cucchiaino, versate un po' di marmellata su ogni dolcino e decorate con le fragole tagliate a pezzetti e con quelle lasciate intere.


Buon fine settimana a tutti!


7 commenti:

  1. buona la pannacotta con le fragole!!
    Buon fine settimana:)

    RispondiElimina
  2. Una bellissima presentazione, si percepisce perfettamente la bontà di questa panna cotta!!! Buon w.e.

    RispondiElimina
  3. @Mary: Grazie, Mary, gentilissima! :)

    @Nena: Ciao, Nena! Io adoro la pannacotta, poi con le fragole...che te lo dico a fa'?? :D Complimenti per la nuova veste del tuo blog!

    @Max: Grazie mille, Max! Auguro un buon primo maggio anche a te e alla tua famiglia!

    RispondiElimina
  4. Che bel dolce, delizioso!!

    RispondiElimina
  5. Ciao Gabry! Eccomi qui a ricambiara la visita ^^
    Il tuo blog è davvero bellissimo.. piene di ricettine mooooolto gnammy!!
    Questa pannacotta poi.... io adoro la pannacotta... mi ricorda la mia infanzia, quando andavamo a pranzo per le occasioni in un ristorante di amici e per dolce io prendevo la pannacotta fatta in casa.... così pura, senza salse... mi piaceva da matti quel sapore di panna....
    La proverò senz'altro! ^^

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!