"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

giovedì 8 aprile 2010

Quando nasce un amore



Lo volevo fare da un sacco di tempo, ma avevo una gran paura di star dietro a questa cosa così impegnativa. Temevo che non facesse per me, che certe cose fossero solo per cuoche provette o esperte donne di casa, capaci di trasformarti un pezzo di carne sghembo in un arrosto succulento...E così ho rimandato mille volte, salvo poi leggermi 300 discussioni a riguardo e  sognare di farlo prima o poi anch'io...un bel pane fragrante con la mia magica pasta madre...
Questa settimana ho deciso: nel trambusto del trasloco di mio padre (..ancora?? Sì, ancora...ci pensate a tutti i mobili che ci sono in una casa di 130 metri quadri, pentolame, libri e suppellettili che il papà ha deciso di non volere più? Sta diventando un'impresa epocale.) e tra gli impegni che ci risucchiano le ore e a volte anche la pace, ho chiamato mia cugina e le ho detto che volevo avviare l'impresa.
Ed eccola lì, nella parte più riposta della dispensa: la mia PASTA MADRE!!!
Sì, certo, questo è solo l'inizio, diciamo che adesso è al livello del "concepimento" :> , poi ci sarà un periodo di gestazione (speriamo bene...) in cui andrà "rinfrescato" (scusate, ma sto acquisendo il gergo della vera panificatrice) tutti i giorni e poi, dopo che sarà cresciuto e pasciuto a dovere: pane!!!! E brioches e pizze e......lievitati leggeri e digeribili e di una sofficità eccezionale.

Ovviamente, dopo averlo curato e coccolato e contribuito ad alimentare la sua adolescenza grassa ed inquieta, non volete dargli anche un nome??
So che state pensando che ho perso quel po' di lucidità che - credevate- io avessi, ma leggendo un po' qua e là, ho visto che tutti danno un nome al proprio Blob...quindi anch'io.
Mia cugina ha detto che a lei dà l'idea di un Tamagotchi.... :o

...avete consigli?
Tanto ho tempo ancora un po', prima del parto... ;D

Poi vi metterò le foto delle varie fasi e vi posterò la ricetta...per chi non ha sale in zucca e come me vuole cominciare questo cammino...

6 commenti:

  1. Ciao gabriella...abiamo lo stesso nome! capisco bene la tua tentazione e la tua titubanza, è proprio come quella che ho io, sai mi cimento in tante cose e quella del lievito madre per me sarebbe una sodisfazzione che mi porterebbe all'estasi...ma proprio non ho il coraggio di accettare questa sfida, e impegno almeno per ora. Ti ammiro e ti faccio i coplimenti(o dovrei farti gli auguri?).
    Ciao e buona giornata!

    RispondiElimina
  2. @RicetteAmoreFantasia: Ciao, omonima!! :D Facciamo così: io inizio questo esperimento e vediamo come va...poi posto la ricetta e metto le foto della mia creatura...e poi tu prendi il coraggio a due mani e ci provi con me!! Ok? All'arrembaggio della pasta madre!! ;))

    RispondiElimina
  3. Gabry io uso il lievito madre da ormai 3 anni, e semplice rinfrescarlo e usarlo vedrai che soddisfazione. Dai uno sguardo qui http://cosatipreparopercena.blogspot.com/search/label/lievito%20madre ciao.

    RispondiElimina
  4. @Max: In realtà, devo ancora capire perfettamente tutto il procedimento, anche perché mia cugina usa un metodo diverso da quello che ho visto in giro...spero solo di non dover buttare via tutto! Tieni le dita incrociate per me! :)

    RispondiElimina
  5. Daiii Gabri poi fammi sapere...mi fa un po' paura ma mi piacerebbe!!Bacio

    RispondiElimina
  6. @Ambra: ..ma certo!! Domani "scadono" le prime 48 ore e metto foto e ricetta!! :))

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!