"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

domenica 23 maggio 2010

Il "pane quotidiano" con lievito madre




Il mio lievito madre sta crescendo davvero bene e mi sta dando le prime soddisfazioni :)
Questo è il primo pane che ho sperimentato. E' detto "pane del rinfresco", perché si prepara quando si rinfresca il lievito ed è praticamente esso stesso un rinfresco! E' facilissimo e relativamente veloce (circa 4 ore di lievitazione) e si può portare in tavola anche ogni settimana. Io l'ho già fatto due volte e la seconda era ancora più profumato!
Ovviamente è un pane compatto, quindi senza grandi alveolature, ma il lievito madre gli conferisce un aroma che non avevo mai sentito.

La ricetta è delle mitiche sorelle Simili e l'ho trovata postata da Cindystar su Cookaround.

Eccola qui...

PANE TOSCANO DELLE SIMILI
(i toscani mi perdoneranno -o forse no- ma io ho aggiunto del sale...quindi ora non è più esattamente "toscano"...)




Ingredienti:

250g di pasta madre
250g. di farina 0
125g. di acqua
farina mista semola rimacinata per spolvero
per chi vuole: 1 cucchiano e 1/2 - 2 cucchiaini di sale


Accendete il forno a 200°.
Fate la fontana con una parte della farina e nel centro sminuzzate la pasta madre, unite l'acqua un po' alla volta e poi impastate, aggiungete il sale e il resto della farina e continuate a lavorarlo ancora un po'.
(io faccio impastare 10 minuti alla macchina del pane) 
Datre la forma a filone, disponetelo su carta forno (sopra a un canovaccio) spolverizzata di semola rimacinata, se preferite incidete leggermente la superficie con dei tagli trasversali, rispolverate di semola e chiudete a pacchetto con la carta forno e col canovaccio.


Lasciate lievitare per almeno 4 ore.
Con delicatezza, trasferite il pane con la carta forno sulla teglia e infornate a 200°.

Dopo 5 minuti abbassate a 180° e cuocere per 35/40 minuti, avendo l'accortezza di trasferire il pane direttamente sulla griglia del forno per gli ultimi 15 minuti, in modo che si cuocia e si asciughi bene anche nella parte inferiore.

Naturalmente si possono fare pezzature anche più grandi, mantenendo sempre le proporzioni tra farina, lievito madre e acqua (pari peso di farina e lm e metà peso di acqua), ma è preferibile non fare filoni troppo grandi.
L'ultima volta ho semplicemente provato a raddoppiare le dosi, perché avevo amici a cena. Beh...non è arrivato quasi al giorno dopo!

A me, non so perché, si forma ogni volta una bellissima crepa sul lato del filone...però ormai mi ci sono affezionata, dà al pane un'aria ancora più rustica. :)


Questo è l'interno: crosta croccante e interno compatto e mollicoso.





Questo la seconda volta, a cui ho aggiunto anche 4 cucchiaini di crusca:






11 commenti:

  1. Ti è venuto molto bene, con LM è tutta un'altra cosa!!! brava. Se ti fa piacere nel mio post ci sono dei premi, ritirali pure. Ciao.

    RispondiElimina
  2. Grazie, Max. Il lievito madre è stata una meravigliosa scoperta. :)
    Grazie anche del pensiero, lo accetto con piacere!

    RispondiElimina
  3. l'ho fatto anche io con lo scorso rinfresco ed è venuto benissimo!!!
    ormai sarà il mio pane quotidiano..:)

    RispondiElimina
  4. Io non ho un buon rapporto con la pasta madre,ma quando vedo queste preparazioni...

    RispondiElimina
  5. @Alem: Stasera provo un pane diverso, con una lievitazione molto più lunga e ovviamente molto meno lievito...speriamo bene!

    @Nanny: Se non l'hai ancora fatto: buttati in quest'avventura! Vedrai che ti piacerà tanto, riscoprire certi sapori e certi gesti ormai perduti!

    RispondiElimina
  6. che meraviglia questa pagnotta! Devo assolutamente ritentare il lievito madre..mi muore sempre :/
    Un abbraccio:)

    RispondiElimina
  7. @Nena: Se vuoi, dà un'occhiata alla ricetta delle Simili, che ho usato io. Vedrai che ti "nascerà", non demordere!! ;)

    RispondiElimina
  8. Bellissima questa pagnotta!bravaaa

    RispondiElimina
  9. @Night: Grazie, Night!! Ormai il pane non lo sto comprando più... ;)

    RispondiElimina
  10. no, per carità. va tutto bene. ma... il sale?!!

    RispondiElimina
  11. @puffosaltatore: Ciccia, la vecchiaia fa brutti scherzi... ;) Se guardi bene la dose del sale c'è, ma solo "per chi vuole", perché questo è pane TOSCANO. E chi meglio di te.... :DDD

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!