"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

mercoledì 5 maggio 2010

Tartufi di cioccolato al rhum




Ingredienti per circa 35 tartufi

200 gr di cioccolato fondente
130 gr di cioccolato al latte
200 ml di panna per dolci
2 cucchiai di rhum
cacao amaro

Scaldate la panna in un pentolino, versatela in una terrina e aggiungete la cioccolata a pezzetti. Mescolate lentamente, fino a quando il cioccolato non si sarà sciolto del tutto. Unitre il rhum e lasciate intiepidire.
Copritre il recipiente con la pellicola per alimenti e mettete in frigo a rassodare.
Quando il composto sarà abbastanza sodo da poterlo "maneggiare", prelevatene un pochino aiutandovi con due cucchiaini e passatelo nel cacao amaro. Mettete di nuovo in frigo per 1 oretta.
Riprendete il composto e formate delle palline, passandole nuovamente nel cacao amaro.
Mettete i tartufi nei pirottini di carta e conservateli in frigo fino al momento di servirli.

 


...devo convincervi di quanto siano incredibilmente golosi??  ;D

6 commenti:

  1. Uno tira l'altro ahimé...però che bontà! Brava!

    RispondiElimina
  2. Ma che bei tartufini,sono anche molto semplici e si fa un figurone!baci damiana!

    RispondiElimina
  3. @Mary: ...puoi dirlo forte...!!! ;p

    @Alessandra: Infatti, quello è l'unico problema...ma una volta ogni tanto si può cedere alle tentazioni, no? :)

    @Damiana: Sono velocissimi e super irresistibili!

    RispondiElimina
  4. Non devi convincermi affatto: le immagini parlano da sole :))

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!