"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

venerdì 18 giugno 2010

Contare i giorni e celebrare le scadenze

La ricordo, quella sera, come fosse ieri.
Una sera bella di Gennaio. Faceva freddo, un freddo pungente e dolce e noi imbacuccati che passeggiavamo verso piazza della Santissima Annunziata, dopo la messa.
"Dài, prendi l'agendina e vediamo una data che ci piace per giugno dell'anno prossimo"
"Dici sul serio? L'anno prossimo?"
"Ma sì, l'anno prossimo! Ma perché, dici che è presto?"
"...no, no! Macché presto...Io ti sposerei anche domani!"

Ed eravamo increduli ed eccitati e spaventati e desiderosi di divorare a grandi falcate i mesi che ci separavano da quel 9 giugno...

E ora siamo a sei. Sei anni speciali più delle nostre previsioni. Sei anni impegnativi e difficili, e per questo ancora più belli. Sei anni in cui ci siamo "smussati" e ammorbiditi a vicenda; in cui abbiamo cercato, trovato e cercato ancora nuovi equilibri (e ne cercheremo e troveremo ancora di nuovi); in cui abbiamo perso e trovato altre certezze e in cui il dolore ha fatto da cemento alle nostre fragilità.

Niente sdolcinature, solo un Grazie immenso a Colui che ci ha seguito fin qui e che non abbandonerà mai la nostra strada.
E un grazie al tuo cuore così fertile e docile, che sa amarmi ogni giorno in modo sempre diverso...e paziente. :)


Un dolce piccolo e semplice, solo per darti il buongiorno, al ritorno da lavoro.


Rivisitazione in chiave monoporzione di questa torta al cioccolato con soli albumi.


TORTINI AL CIOCCOLATO CON CUORE DI CILIEGIA





Ingredienti per 8 tortini

4 albumi

180 gr cioccolato fondente
160 gr farina
140 gr zucchero
120 ml acqua
1 bustina di vanillina
1/2 bustina di lievito




Tritare il cioccolato, aggiungere al cioccolato gli albumi e la vanillina e far amalgamare (non montare). Aggiungere l'acqua e far amalgamare anche questa.
Unire farina e zucchero al lievito, mischiandoli poi bene tra loro e aggiungerli all'impasto preparato.
Una volta amalgamato il tutto versare in una tortiera da 20 cm di diametro. Oppure come me, versate un po' del composto in stampini di alluminio tipo muffins, mettete al centro una ciliegia denocciolata e coprite col restante composto.

Infornare a 180° per 50' circa (circa 30' se fate le monoporzioni).






Sinceramente io li ho trovati un pochino asciutti, così, per un attacco di golosità acuta, una volta sformati e raffreddati ho tagliato la calotta e l'ho incisa con un piccolo tagliabiscotti, ho messo al centro un cucchiaino di nutella e ho rimesso la calotta spolverizzata di zucchero a velo.
Il maritone ha gradito molto! :D









Vorrei conoscer l' odore del tuo paese,


camminare di casa nel tuo giardino,


respirare nell' aria sale e maggese,


gli aromi della tua salvia e del rosmarino.

Vorrei che tutti gli anziani mi salutassero

parlando con me del tempo e dei giorni andati,

vorrei che gli amici tuoi tutti mi parlassero,

come se amici fossimo sempre stati.



Vorrei incontrare le pietre, le strade, gli usci

e i ciuffi di parietaria attaccati ai muri,

le strisce delle lumache nei loro gusci,


capire tutti gli sguardi dietro agli scuri
e lo vorrei

perchè non sono quando non ci sei

e resto solo coi pensieri miei ed io...




Vorrei con te da solo sempre viaggiare,


scoprire quello che intorno c'è da scoprire

per raccontarti e poi farmi raccontare

il senso d' un rabbuiarsi e del tuo gioire;

vorrei tornare nei posti dove son stato,

spiegarti di quanto tutto sia poi diverso

e per farmi da te spiegare cos'è cambiato

e quale sapore nuovo abbia l' universo.

Vedere di nuovo Istanbul o Barcellona

o il mare di una remota spiaggia cubana

o un greppe dell' Appennino dove risuona

fra gli alberi un' usata e semplice tramontana

e lo vorrei

perchè non sono quando non ci sei



 resto solo coi pensieri miei ed io...

Vorrei restare per sempre in un posto solo

per ascoltare il suono del tuo parlare

e guardare stupito il lancio, la grazia, il volo

impliciti dentro al semplice tuo camminare

e restare in silenzio al suono della tua voce

o parlare, parlare, parlare, parlarmi addosso

dimenticando il tempo troppo veloce

o nascondere in due sciocchezze che son commosso.

Vorrei cantare il canto delle tue mani,

giocare con te un eterno gioco proibito

che l' oggi restasse oggi senza domani

o domani potesse tendere all' infinito



e lo vorrei

perchè non sono quando non ci sei



e resto solo coi pensieri miei ed io...


("Vorrei", F. Guccini)

14 commenti:

  1. che ricordi questa canzone...erano diversi anni che non la ascoltavo piu'..grazie di cuore
    anna

    RispondiElimina
  2. @sorella: Quando eravamo a Firenze, ascoltavamo Guccini in macchina, dovunque andassimo. Questa canzone gliel'ho cantata il giorno del nostro matrimonio...male, ma ci ho provato! :D

    RispondiElimina
  3. Che bella questa canzone!!! mi prendo un dolcino e ti ringrazio per la visita...buona Domenica, baci.

    RispondiElimina
  4. Bellissima questa canzone, ma ancora più dolce quello che hai scritto...e la tortina monoporzione è stato per noi un piccolo colpo di fulmine, deve essere deliziosa!
    Buona domenica
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  5. Auguri di buon anniversario!! E' proprio vero, gli anni corrono, scivolano veloci e quel giorno che sembrava passato da poco, invece...

    RispondiElimina
  6. che bella tortina e che buona, mi fai sempre venire l'acqualina in bocca:))
    Tantissimi auguri per il vostro anniversario!!
    Un abbraccio,
    Nena

    RispondiElimina
  7. @Max: Anche a me piace tantissimo! Accomodati pure, Max: tortina e caffè, che dici? ;) Buon inizio settimana (sotto la pioggia...)!

    @Luca and Sabrina: Ciao, ragazzi!! Sono contenta che la tortina vi sia piaciuta, il cioccolato è uno di quei piaceri che dà sempre quel tocco in più! :) Grazie della vostra visita!!

    @Geillis: Grazie mille, Geillis! :*

    @Nena: :))))

    RispondiElimina
  8. le parole che hai scritto mi entrano dentro!! grazieee

    RispondiElimina
  9. AUGURI! Felicissimo anniversarioooo!!!!!!!
    baci.

    RispondiElimina
  10. sono in ritardissimo, ma ti faccio ugualmente tanti auguri di buon anniversario!
    questi muffin con gli albumi me li segno, se sono un po' asciutti faro' come te, rimediero' alla grande!!

    RispondiElimina
  11. Gabry è un post delizioso in tutti i sensi!!!! Anche io ad ottobre ho festeggiato 6 anni di matrimonio e capisco l'emozione, per di più la canzone di Guccini è una delle mie preferite...è bellissima (come avrai capito sono una fan)e poi questo muffin così semplicemente delizioso che parla delle piccole gioie e dei medesimi dolci gesti quotidiani...perfetto...non mi resta che augurarti un felice anniversario tesoro!!!

    RispondiElimina
  12. Grazie della visita e piacere di fare la tua conoscenza.Molto belle queste parole,io festeggio a settembre gli 11 anni di matrimonio e ogni giorno questo percorso deve essere coltivato.Ti auguro una serena giornata,saluti a presto

    ps

    Mi iscrivo tra i tuoi sostenitori e ti faccio i commplimenti per le ricette

    RispondiElimina
  13. @zasusa: sei gentilissima, grazie!

    @Betty: Grazie mille, Betty!! :*

    @Dauly: Ma no che non sei in ritardo! Figurati, io ho postato del mio anniversario quasi una settimana dopo... :D Ti abbraccio forte!!

    @Ambra: Wow! Ma allora abbiamo un'altra cosa in comune! ;) Hai ragione, l'amore si fonda proprio sui gesti quotidiani ed è su quelli che bisogna "lavorare"...! Un bacio!..n.b. anch'io sono fanissima di Guccini!! :>

    @Cavaliere oscuro del web: 11 anni di matrimonio! Beh, davvero un bel traguardo, no? Grazie per gli auguri e per la tua visita!! Complimenti anche a te per il blog!

    RispondiElimina
  14. No matter if some one searches for his required thing,
    so he/she desires to be available that in detail,
    so that thing is maintained over here.

    Have a look at my web-site; porno cam

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!