"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

martedì 28 settembre 2010

Sapore di casa, sapore di buono



Quando ho visto questa torta, sul blog di Anice e Cannella, ho pensato che dovevo subito assaggiarla. Già dal suo racconto mi aveva fatto pensare alle torte di una volta, di quelle fatte dalle nonne (o dalle vecchie e sagge zie, come nel suo caso), senza bilancia, usando solo un po' di buon senso e pochi, buoni ingredienti.


E' deliziosa, profumata di burro e di zucchero, sa di casa di mia nonna, di ricordi e sere fredde nel suo letto gigante.




LA TORTA CHE SA DI BUONO- della zia Gabriella


Ingredienti

100 gr di burro

100 gr di zucchero
1 pizzico di sale
3 uova medie, da 65 gr l'una (le mie erano leggermente più piccole, ma credo che la torta non ne abbia risentito)


160 ml di latte fresco
250 gr di farina 00
1/2 bustina di lievito
la buccia grattugiata di 1 limone non trattato




Procedimento

Setacciare bene la farina col lievito e il pizzico di sale. Montare bene con le fruste il burro predentemente lasciato a temperatura ambiente una mezz'oretta prima, con lo zucchero e la buccia di limone fino a farli diventare soffici e spumosi.
Aggiungere i tuorli uno alla volta, mettere il secondo quando il precedente sarà già amalgamato.
Continuare con la farina alternando al latte fino alla fine degli ingredienti.
Aggiungere in ultimo, molto delicatamente, gli albumi montati a neve fermissima. Nel frattempo accendere il forno impostando la temperatura a 170°(questo è un dolce da infornare a forno tiepido. Per tutta la discussione che ha portato a questa scelta, leggete qua).


Imburrare e infarinare uno stampo da 22/24 cm. e infornare quando la temperatura avrà raggiunto circa 50°/60°.


Cuocere per circa 45 minuti, ma fare la solita prova stecchino.

10 commenti:

  1. mmm che buona!!! sembra così soffice!!! e poi è altissima!!! è da inzuppo nella coppa dl latte a colazione!!! Brava Gabri, :-)) un bacione

    RispondiElimina
  2. mi ricorda l'infanzia....mia madre faceva qualcosa di simile, perlomeno nell'aspetto... e la ricetta è andata persa... provo questa, chissà!! :-)

    RispondiElimina
  3. gnam!!! gnam!!!! dev'essere stata ormai ottima........
    notte notte....

    RispondiElimina
  4. Buona e soffice sicuramente questa torta, ma le orecchiette più giù mi chiamano a gran voce ;)))

    RispondiElimina
  5. @Luciana: Perfetta, al mattino! Eletta la mia colazione preferita :)

    @madama bavareisa: anche mia madre faceva una tortina simile, che lei chiamava "panettone", per via della forma a cupola. Questa le assomiglia molto...l'ho detto, "sa di casa"! ;)

    @ann@: Infatti...finita troppo presto...

    @giulia pignatelli: ...buongustaia! :D Io invece, ho un palato più dolce...

    RispondiElimina
  6. E' vero..ha il sapore delle cose di una volta..deliziosa!

    RispondiElimina
  7. adoro le torte semplici semplici, quelle da mangiare senza tanti rimorsi la mattina a colazione, o con un buon the il pomeriggio...esattamente come questa

    RispondiElimina
  8. @Nightfairy: Grazie! :*

    @Geillis: sono anche le mie preferite :)

    RispondiElimina
  9. Perfetta da inzuppare nel latte...complimenti per il blog.

    ciao

    RispondiElimina
  10. @Alice4161: Una torta da colazione, ma anche per la merenda delle 5... ;) Grazie!

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!