"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

domenica 17 ottobre 2010

Metti una mattina...biscottini alla lavanda e sale alla vaniglia


Metti una mattina grigia e triste come il cielo che promette pioggia.
Metti un nugolo di pensieri pesanti e scomodi, e un groppo alla gola che preannuncia pessimismo e tempeste interiori.
Metti che tua sorella ti chiami e ti legga dentro, proponendoti una mattina con le mani in pasta, tra l'odore di burro e i sorrisi di chi sa quello che hai dentro e ne condivide il peso.
Metti dei biscottini dal profumo persistente, dalla consistenza burrosa e friabile, dall'aroma incerto di rosmarino, ma più speciale, che lascia la bocca fresca e un sapore di buono.

Metti che torni un po' di sole e che i pensieri negativi e le paure siano messi in fuga dal tepore dello stare insieme. 
Sorella cara, con tutti i tuoi difetti e le tue fragilità, sei il mio punto fermo.

...If my sister's in trouble, so am I...





BISCOTTINI ALLA LAVANDA E SALE ALLA VANIGLIA
la ricetta è di Anemone's corner, io ho solo raddoppiato le dosi e aggiunto 1 uovo




Ingredienti

300 gr di farina
200 gr di burro
140 gr di zucchero
1 cucchiaino di sale alla vaniglia
1 cucchiaio e mezzo di fiori di lavanda essiccati (si comprano in erboristeria)
1 o 2 cucchiai di acqua fredda
1 uovo intero

Mettere nel mixer il burro e lo zucchero e frullarli pochi secondi, oppure come me lavorateli con una frusta. Aggiungere l'uovo e amalgamare bene. Setacciare la farina ed aggiungerla al composto, insieme al cucchiaino di sale e ai fiori di lavanda. Aggiungere, al bisogno, 1 o 2 cucchiai di acqua fredda per ammorbidire leggermente l'impasto (avendo aggiunto l'uovo, a me non è stato necessario).

Avvolgere il tutto in pellicola trasparente e lasciar riposare in frigo per circa 30 minuti.




Preriscaldare il forno a 170°C. Con delle formine ritagliare i biscotti ed infornarli fino a quando diventino belli dorati, per circa 12-15 minuti.


Eccone pronti alcuni per essere regalati...

















19 commenti:

  1. Sembrano proprio ottimi questi biscotti, bravissima!!

    RispondiElimina
  2. Ma che bel pacchettino regalo!!! è per me vero??? lo accetterei molto volentieri sai?? sono proprio belli ed originali!!! un abbraccio :)

    RispondiElimina
  3. @chabb: Insieme a quelli alla nocciola, sono i più particolari e buoni provati finora!

    @Luciana: ...un biscottino a un'amica non si rifiuta mai :)

    RispondiElimina
  4. Troppo buoni!ho dovuto per forza accendere le casse per gustarmeli al meglio..ci vuole un pò di sole anche qui! :)

    RispondiElimina
  5. @Nightfairy: ...mette allegria, eh? :)

    RispondiElimina
  6. oh che bello potrei finalmente fare dei biscotti alla lavanda visto che si usano i fiori secchi...sono bellissimi!!..sono proprio curiosa di provarli!!!..segno segno!

    RispondiElimina
  7. Grazie Gabri di questa bellissima ricetta!!!! La copio e domani mi sfornerò questi biscotti profumatissimi! Ti abbraccio!

    RispondiElimina
  8. molto particolari questi biscottini,ho già visto la lavanda nei biscotti, ma non ho mai provato a farli...devo provarci ...copio

    RispondiElimina
  9. io ne faccio una versione con un pizzico di bicarbonato, proverò anche questi!! bella l'idea dei pacchettini regalo!

    RispondiElimina
  10. @Morena: li tenevo d'occhio anch'io già da tempo! Meritano davvero...

    @speedy70: Grazie a te, speedy! Fammi sapere, vedrai che profumo!

    @gabry: La lavanda dà un tocco specialissimo a questi biscotti, non sono per tutti i palati... ;)

    @madama bavareisa: Il bicarbonato li fa venire più morbidi? Proverò anch'io! I pacchettini fanno felici più persone, così gli amici non mi rimproverano quando leggono il blog e vedono dolci che non gli ho fatto assaggiare... :D

    RispondiElimina
  11. P.S. ieri ho comprato i fiori di Lavanda....

    RispondiElimina
  12. @Morena: ;D Resto in attesa di tue news...

    RispondiElimina
  13. sì, ha un leggero effetto lievitante, anche se in realtà non incide sulla forma :-)

    RispondiElimina
  14. Ma sono davvero chic!!!!!Mi piacciono tantissimo...non c'è nulla di meglio in una giornata no!!!Bacio

    RispondiElimina
  15. @madama bavareisa: allora proverò anche aggiungendo un pizzico di bicarbonato! :)

    @Ambra: Infatti, a me l'hanno trasformata in una giornata "sì" ;)

    RispondiElimina
  16. metti la voglia di regalarsi e regalare un momento dolce ed elegante ... i tuoi meravigliosi biscotti!!!!
    segno subito la ricetta!!!
    grazieee!

    RispondiElimina
  17. Senti un po', Gabri: parliamo di quel sale alla vaniglia... indicazioni in merito? Dove lo trovo? Lo posso fare anche da sola? perché tra l'altro sarebbe anche un'idea carina per un regalo di natale... ;-))

    Baci, polepole

    RispondiElimina
  18. @polepole: Ciao, carissima!! Guarda, ti direi volentierissimo come fare il sale alla vaniglia (anzi, piacerebbe saperlo anche a me...), il punto è che mi è stato regalato da Simona, del blog "speziando"! Comunque, io credo che abbia semplicemente frullato del sale con dei semini di vaniglia...Mi sa che ci tocca sperimentare...o chiedere a lei.. ;)

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!