"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

sabato 19 febbraio 2011

Risveglio dal letargo

Ci ha beccato. Lo sapevo. Sapevo che era lì, dietro l'angolo e che prima o poi avrebbe fatto una visitina anche a noi. Era stata da tutti nostri amici, vuoi che non si trovasse a passare anche da casa nostra?
No, non parlo di un'amica rompiscatole, ma dell'influenza, di quel miscuglio di sintomi capaci di renderti uno zombie per giorni, tra spossatezza, nausea, mal di testa, mal di pancia, mal di tutto e, che è peggio, senza alcuna voglia di cucinare né di mangiare...
Ci pensate? E' da un mese che non preparo un dolce!! :-/ Beh, per me è davvero strano, vuol dire che sono stata proprio male...
Le ultime cene sono state a base di sandwich e insalate...il massimo dello spadellamento è stato grigliare le zucchine!

Ad ogni modo, stamattina mi sono alzata e fuori c'era un sole meraviglioso e...non lo so, ma come se mi fossi svegliata da un piccolo letargo, mi è tornata la voglia di cucinare.
La ricettina che vi propongo oggi, però, risale a prima della catalessi: cacao e nocciole. Devo aggiungere altro? E poi, hanno un nome così chic! :)  Provateli!



 FRIAND AL CIOCCOLATO E NOCCIOLE



Ingredienti per 12 dolcini

200 gr di nocciole
185 gr di burro
6 albumi
155 gr di farina 00
30 gr di cacao amaro
250 gr di zucchero a velo

Preparazione

Ungete e infarinate degli stampini da muffins.
Tostate le nocciole su una teglia per 8-10 minuti in forno a 180°, facendo attenzione a non bruciarle. Sfregate le nocciole in un canovaccio pulito per rimuovere le pellicine.
Una volta raffreddate, mettetele in un mixer e tritatele finemente. (il mio mixer non parla bene italiano e forse non conosce l'avverbio "finemente", quindi le ha tritate un po' più grosse. Però così si sentivano sotto i denti e hanno dato una nota di croccantezza in più)
Fate sciogliere il burro in un pentolino o al microonde e fatelo intiepidire.
Montate leggermente gli albumi fino a renderli schiumosi, ma non sodi.
Setacciate la farina, il cacao e lo zucchero a velo in un recipiente, quindi incorporate le nocciole tritate. Fate una fontana al centro e unite gli albumi e il burro fuso: mescolate bene per amalgamare.
Distribuite il composto negli stampini, riempiendoli per 3/4.
Cuocete per circa 20 minuti, devono essere cotti, ma l'interno deve rimanere un pochino umido.
Fate raffreddare i friand e spolverateli con lo zucchero a velo.



10 commenti:

  1. sembrano buonissimi... non mi parlare di influenza, da me ha fatto lo sterminio: prima io, poi mio figlio Sasi adesso il piccolo... quest'anno ci ha decimati...

    RispondiElimina
  2. ma buoni questi coccolosi friand, l'influenza? non ne parliamo...buona Domenica.

    RispondiElimina
  3. Buoooni, coccolosissimi!quest anno prima o poi tocca farla...anche l'influenza!

    RispondiElimina
  4. Buonissimi questi dolci da rifare subito!
    Mi dispiace per l'influenza,riprenditi mi raccomando,a presto!

    RispondiElimina
  5. ciao gabry...ogni tanto mi affaccio..nn resisto alle tue prelibatezze!!! sn ancora alla ricerca degli albumi pastorizzati:))) nn mi arrendo!!! cmq nel frattempo qst dolcini mi sembrano davvero interessanti!!! buona guarigione!!! mgrazia!

    RispondiElimina
  6. Ciao tesoro, come ti capisco!! ha beccato anche mé e sono stata per 2 settimane in letargo anch'io.
    Spero adesso tu stia meglio, e cosa importante... mangi un pó di dolci!!! hehehhe..devi riprenderti :-)
    Un abbraccio forte e...buona serata!!

    P.s.: Ho fatto un nuovo Blog, é in tedesco ma posto solo dolci e torte, niente di strano, non scrivo la ricetta!
    Se vuoi passare, questo é il link:
    http://cakedreams-orchidea.blogspot.com

    Mi farebbe piacere vederti come lettore del mio nuovo blog a sostenermi :-)
    baci baci

    RispondiElimina
  7. Mi spiace per l'influenza!! Spero sia già passata!Che buoni devono essere questi dolcetti! Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. quando si trascina l'influenza è devastante, peggio che farla fortisisma in pochi giorni... coraggio tra poco inizia la primavera e via, su col morale e la salute! mi prendo un dolcino per il tè!
    buon w-end!

    RispondiElimina
  9. @littledesserts: Idem: tutti gli amici e molti dei familiari allettati... :-/

    @Max: mal comune mezzo gaudio, max! ;D Baci!

    @Nightfairy: No, Martina, non te la auguro davvero!

    @atri: Grazie, Antonietta! Erano incredibilmente nocciolosi! :)

    @anonimo: Ciao, Mary!! E' sempre bello leggere i tuoi messaggi! Io sono onorata che segui tutti i miai pasticci... :> Un bacione!!

    RispondiElimina
  10. @Orchidea: ...davvero!! I dolci sono la cosa che mi è mancata di più!! Ho visto il tuo nuovo blog, è molto bello, complimenti!

    @marifra79: grazie, marifra! Per fortuna sembra passata...è rimasto solo il mal di gola! :p

    @merendasinoira: Infatti, io speravo in una bella febbrona, breve e incisiva, e invece...mi è toccato stare male ogni giorno per circa un mese...che pizzaaaa

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!