"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

mercoledì 23 marzo 2011

Caserecce con tonno alla puttanesca



Ingredienti per 4 persone

350 gr di tonno fresco a tranci
1/2 cipolla
1 spicchio d'aglio
peperoncino a piacere
4/5 foglie di basilico
1 manciata di capperi dissalati
1 manciata di olive nere spezzettate
prezzemolo tritato
4/5 cucchiai di polpa di pomodoro
400 gr di pasta formato caserecce
olio, sale
1/2 bicchiere di vino bianco

Preparazione

Mettete a bollire l'acqua per la pasta e nel frattempo preparate il sugo.

Pulite il tonno, eliminando la pelle e l'osso centrale e tagliatelo a dadini.
Fate soffriggere la cipolla tritata con l'aglio, il peperoncino, il prezzemolo, le olive e i capperi, in modo che l'olio si insaporisca bene.
Unitevi il tonno e fatelo rosolare un paio di minuti; sfumate con il vino bianco, lasciate evaporare e aggiungetevi la polpa di pomodoro.
Aggiustate di sale e fate cuocere qualche minuto (non troppo, altrimenti il tonno diventa stopposo).
Unite infine le foglie di basilico.

Quando l'acqua bolle, calatevi la pasta e, una volta cotta, scolatela tenendola umida (io mi tengo sempre da parte un pochino di acqua di cottura) e saltatela in padella col sugo preparato.
Spolverate con ancora un po' di prezzemolo tritato e buon appetito!

...e un omaggio alla Primavera che ci onora delle sue giornate di pallido sole e di vento tiepido :)




9 commenti:

  1. Non puoi immaginare quanto io ami questo formato di pasta!!E'un'"avviluppatrice" di sughi saporiti come questo con il tonno!!
    Bravissima Gabri e bellissima giornata!

    RispondiElimina
  2. ottimo questo sugo!veloce e sempre ma molto molto gustoso!

    RispondiElimina
  3. il tonno è praticamente l'alimento base della mia dieta...dopo la cioccolata..brutta grassona che non sono altro..hahahah

    cucino il tonno in tutti i modi..la mia pecca è che ... cucino sempre e solo quello in scatola................. e questa versione al tonno fresco è mooolto invitante..manderò la signora madre dal pescivendolo..

    ps. viva la primavera *________________*

    RispondiElimina
  4. @Damiana: è anche tra i miei preferiti! :) Buona giornata anche a te!

    @lucy: Sì, davvero gustoso, un ottimo modo per mangiare pesce, ogni tanto!

    @eres: ahahahah!! Allora siamo in due, ad essere super golose...! Io invece quello in scatola lo uso poco (al max per farci la pasta), ma ti assicuro che i tranci freschi sono tutta un'altra cosa. Così sostanziosi da sembrare delle fette di carne!! ;D

    RispondiElimina
  5. mmm io invece i tranci li mangio solo al ristorante.. ed è vero sembrano fette di carne,difatti per farli mangiare al mio fidanzato (che di pesce non ne vuole proprio sentir parlare)gli dico: MANGIA IL TONNO CHE è SIMILE ALLA CARNE...MANGIA IL SALMONE CHE è SIMILE AL TONNO....MANGIA IL PESCE SPADA CHE è SIMILE AL SALMONE....ahahahah :°)
    cmq.. domani vado dal pescivendolo a comprare i tranci di tonno *_*

    RispondiElimina
  6. Mi piacciono molto queste casarecce, sarà per il peperoncino a piacere, o per la semplicità degli ingredienti che rendono il piatto buonissimo, chissà!!! buon we, ciao.

    RispondiElimina
  7. mmm..delizioso, ha un aspetto così invitante...Buon weekend!

    RispondiElimina
  8. Ciao cara, è da un pò che non vengo a trovarti e spero che stai bene:) La ricetta che proponi sembra davvero buonissima....come tutte le tue ricette d'altro canto:))
    Un bacione e buona domenica,
    Nena

    RispondiElimina
  9. @eres: ...ma guarda che bisogna fare per far mangiare il pesce a questi ragazzi...!! ;D
    Tu però non demordere!! Un bacio!

    @Max: il peperoncino da me non manca mai! :) Buona settimana, Max!

    @Nightfairy: Grazie, Martina! Buona domenica a te!

    @Nena: Ciao, Nena!! Non preoccuparti, vieni pure quando puoi e quando ti va, senza alcun problema... ;> A me tutto abbastanza bene...Ogni tanto sbircio nel tuo blog e vedo che prepari sempre delizie particolarissime! Un bacio e a presto!

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!