"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

lunedì 27 giugno 2011

Pici goderecci punte e ciccioli

I pici toscani sono degli spaghettoni dalla pasta ruvida e callosa, perfetti per essere conditi con dei sughi di carne saporiti e di sapore deciso, come il sugo di cinghiale e di lepre. 
Nella zona di Siena, soprattutto, sono famosi i "pici all'aglione", ma io ne ho mangiati di buonissimi anche nella zona dell'alto Lazio con i funghi porcini...insomma, i pici ci piacciono con tutto, e anche tanto!!
Così tanto, che ogni volta che facciamo una delle nostre capatine per quelle zone (alto Lazio-Umbria-Toscana le nostre mete preferite), ne facciamo scorta, progettando ogni volta un condimento diverso per gustarceli al meglio.
Stavolta avevamo una promessa da mantenere e un assaggio da regalare.
Però con 35°C  fuori, un bel piatto di pici al sugo di cinghiale significava la morte dei nostri commensali...e così abbiamo optato per qualcosa di non perfettamente estivo, ma non troppo pesante e soprattutto gustosissimo!

Il nome del piatto, come si può evincere dall'evocazione al "godereccio", è del maritone...


PICI GODERECCI PUNTE E CICCIOLI

 


Ingredienti per 4 persone:

250 gr di asparagi
   250 gr di salsiccia
20 gr di burro
  olio
 panna da cucina (due tazzine)
pecorino romano
   sale e pepe
500 gr di pici toscani
 
 
Pulite gli asparagi eliminando la parte legnosa del gambo.
Lessateli in acqua salata per pochi minuti e tagliateli a tocchetti tenendo da parte le punte; fate fondere il burro con l’olio in una padella e saltatevi solo i gambi degli asparagi, tenendo da parte le punte.
Aggiustate di sale e toglieteli dalla padella; teneteli in caldo.
Eliminate la pelle delle salsicce e sbriciolatele nella padella di prima. Fate cuocere e unite poi gli asparagi (comprese le punte, tenendone da parte 12 che serviranno come decorazione);


fate insaporire e profumate il tutto con un bel po’ di pepe nero.
Aggiungete due tazzine di panna da cucina e amalgamate.

Cuocete i pici in abbondante acqua bollente salata; scolateli al dente (lasciandovi un po’ di acqua di cottura da parte) e versateli nella padella. Fate saltare il tutto (aggiungendo l’acqua di cottura se necessario), spolverizzate con abbondante pecorino romano e impiattate guarnendo con le punte di asparagi tenute da parte.


7 commenti:

  1. Diamine, io adoro i pici. seriamente. Pure conditi solo con olio e parmigiano. Questa versione mi ispira parecchio, me la sto immaginando con il guanciale al posto della salsiccia. hmm

    RispondiElimina
  2. Una goduria unica, chissa che sensazioni al palato...ciao.

    RispondiElimina
  3. è vero i pici sono buonissimi..e questi fanno proprio gola...

    RispondiElimina
  4. Veramente godericci....ne mangerei un piattone!!!! un bacio

    RispondiElimina
  5. Non li ho mai mangiati, ma anche con 35 gradi me li papperei volentieri! Goderecci di brutto! :P

    RispondiElimina
  6. ecco qui un'altra idea per i pici.... ne ho ancora un bel po' in dispensa...unica cosa qui gli asparagi son spariti di colpo, inizio con quei pochi che son riuscita a surgelare!^^

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!