"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

sabato 3 marzo 2012

Pan mattino all'arancia con miele e gocce di cioccolato...buongiorno, mondo!

Non c'è niente da fare, le arance sono il frutto che in assoluto mi mette più allegria (insieme alle fragole), mi piace da morire sentirne il profumo, vederne i colori, sia in insalata che nei dolci, in tutte le infinite declinazioni pensabili...
Corteggiavo questa ricetta da tempo (ce l'avevo nel numero di dicembre di Cucina Moderna...figuratevi...), ma poi me l'ero tolta di mente.
Poi è successo che per due volte ho comprato un bel po' di arance dolci e succose, dimenticando che già ne avevo nel frigo...e adesso sono invasa :)
Poco male, sono finite quasi tutte in dolci deliziosi ;D

 Questi panini sono buonissimi, morbidi e aromatici, non troppo dolci, per via del miele al posto dello zucchero, ma resi più golosi dalla presenza del cioccolato e, nel mio caso, dell'arancia candita, che ci sta davvero bene! 
Io li ho congelati, in modo da averli sempre morbidi al mattino, come appena fatti!

...ora sì che è davvero un buon giorno!

da una ricetta di Sara Papa, su Cucina Moderna -Dicembre 2011



Ingredienti per circa 10 panetti
 (a me ne sono usciti 11 da 100 gr ciascuno)

600 gr di farina
 (ho usato 80% farina 00+20% manitoba)
40 gr di miele  (io miele d'arancio)
2 arance* -buccia e succo
60 gr di gocce di cioccolato
40 gr di arancia candita tagliata a cubetti piccoli
(oppure potete usare 100 gr di gocce di cioccolato, come da ricetta originale)
12 gr di lievito di birra
50 gr di burro
 (io margarina Vallé senza grassi idrogenati)
2 tuorli d'uovo per spennellare
10 gr di sale
zucchero di canna 3 cucchiai
olio evo
latte q.b.


*il numero di arance dipende da quanto sono succose, a me ce ne sono volute 4. Tenetene conto, quando le comprate. 
  
  Preparazione

Mettete le gocce di cioccolato in freezer per circa un'ora, allargandole in un vassoietto per evitare che si attacchino le une alle altre.
Grattugiate finemente la scorza di un'arancia. Spremete quindi entrambe le arance, filtrate il succo ottenuto e misuratene 320 ml.
Setacciate le farine sulla spianatoia (io ho usato il ken) e formate una fontana. Al centro disponete la scorza e il succo preparati (a temperatura ambiente), il lievito e il miele. Impastate brevemente, quindi aggiungete il burro ammorbidito, incorporandolo poco alla volta e 10 gr di sale, quindi lavorate con cura l'impasto, fino a farlo incordare, cioè ad ottenere un panetto liscio e lucido che si stacca dal piano di lavoro (o dalla ciotola) e non appiccica più alle mani.

Togliete le gocce di cioccolato dal freezer e unitele all'impasto, insieme -nel mio caso- all'arancia candita.
Formate una palla


ponetela in una ciotola unta con poco olio e lasciatela lievitare finché sarà raddoppiata di volume (circa 2 ore).

Rompete l'impasto in parti di 100-120 gr ciascuna e formate dei filoncini lunghi circa 25 cm.
Arrotolate le estremità di ognuno senza tirare, in modo da ottenere una forma a esse chiusa a chiocciola


 Disponete i panetti ottenuti su una teglia foderata con carta forno


e spennellateli con i tuorli appena sbattuti con il latte e un pizzico di sale


Lasciate lievitare ancora per 30 minuti, quindi ripassate delicatamente la superficie con i tuorli, facendo attenzione a non premere i panetti per non smontare la lievitazione.
Spolverizzate con lo zucchero di canna e cuocete in forno caldo a 180° per 20 minuti circa.

Fate intiepidire prima di servire.

Buona colazione ;)




14 commenti:

  1. Ma che bontà!! Sarebbe bellissimo domattina svegliarmi e scoprire che qualcuno a preparato per me questa profumatissima delizia...
    Un saluto Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..eheh... ;D Baci e buona settimana!

      Elimina
  2. buongiorno a te..
    succose e buone immagino... fatti corteggiare sempre così cara ^^
    se tiri fuori delle prelibatezze..
    buon WE ^.^ al sole

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà i dolci mi corteggiano sempre tutti, cara Anna mia...e come si fa a farli tutti?? Chi li mangia, poi?!? °-°

      Elimina
  3. Buongiorno con un giorno di ritardo...ma fa lo stesso...quel pan mattino mette allegria alla mente...peccato non averlo...ciao e buona Domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Max! E' sempre un piacere sentirti! Buona settimana!!

      Elimina
  4. Basta ammirarli e respirarne il profumo per sentirsi in armonia col cosmo :-) La lavorazione mi sembra anche piuttosto semplice, il che è un valore aggiunto. Che dire? Ricetta salvata prossimamente provata :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e lo sono, Lucia! Facili, profumati e buoni :)

      Elimina
  5. ma che belle sono, oltre che ad essere squisite sono perfette nella forma, complimentissimi!

    RispondiElimina
  6. Hei, ho appena scoperto il tuo blog, quante belle ricettine, spunti ed idee! bravaaa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta a te! Spero che ci leggeremo presto entrambe, allora :)

      Elimina
  7. Hei ma queste brioscine sono strepitose..anche io adoro le arance,poi il cioccolato è il suo abbinamento perfetto.mi ricorda le meremdine Fiesta..grande Gabry!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Pippi! Sì, sono piaciute molto anche a me e hai ragione: arancia e cioccolato sono un matrimonio perfetto!!

      Elimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!