"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

lunedì 16 aprile 2012

Ravioli cinesi al vapore

Un bel po' di anni fa, ma proprio un bel po' -tipo una quindicina...-, interno casa -la sua-.
Un gruppetto familiare, tra zii e cugini sparsi, sta decidendo la cena, in un chiassoso sovrapporsi di voci tradizionali: "Nu bell' spaghettiell'?", cori da stadio: "Panino porchetta, formaggio e melanzane sott'olio!", timide proposte: "Pizza a domicilio?"...Nell'indecisione, io e lei facciamo capolino dalla stanza accanto e gridiamo: "Ordiniamo cinese?!" Vorrei potervi dipingere lo sguardo inorridito di mia madre, cresciuta a ragù e melanzane imbuttunate e la faccia a forma di punto interrogativo di mio zio -suo padre- per cui la cena dei sogni è sempre consistita in brodo vegetale e verdurine non ben definite per contorno...Ad ogni modo, sarà stato lo sfinente brusio di "E dài e dài edàiedàiedàiedàiedài ti prego ti prego tipregotipregotiprego" o la promessa che avrebbero mangiato qualcosa di così buono che poi ci avrebbero ringraziato per tutta la vita -ehm....-...e cinese fu.

Io, al tel:
"Pronto, ristorante xyz@*&^ç? Vorrei ordinare una cena a domicilio"

Signorina cinese:
"Sì, plego, mi dica indilizzo"

Io (mi starà prendendo in giro, col fatto che tutti imitano i cinesi mettendo al posto della r la l, che tipa divertente):
"eheh...simpatica: via Jervis 3"

Signorina:
"Sì, via Jelvis..."

Io:
"..No, via Je-R-vis!"

Lei:
"Sì, ho capito, Je-L-vis"

Io, cocciuta (e anche un po' deficiente, diciamolo):

"No, Je-R-vis, con la R!!"

Lei (che si stava, giustamente, innervosendo):
"SI' JELVIS, CON LA L, HO CAPITO!"

Io:
".............Bene, grazie...mi scusi....."

E così è andata in frantumi la mia stupida e ignorante convinzione che la pronuncia della r in l fosse una specie di leggenda metropolitana, come quando per fare il verso agli italiani gli stranieri parlano sempre siciliano o dicono ridendo "Pizza ca' pummarola 'ncoppa" e cose simili...luoghi comuni, insomma....Invece mi sono resa conto a mie spese che ci sono consonanti e vocali che sono davvero impronunciabili per chi è straniero (come per noi lo è la "r alla francese" o lo sono alcune vocali delle lingue nordiche) e da allora non mi permetto più di prendere in giro i cinesi....giulo, mai più!!...ops....

Però, come vi avevo già detto qui, io adoro il cibo cinese e quindi questa volta beccatevi i ravioli al vapore, con la loro deliziosa salsina agrodolce di accompagnamento!

RAVIOLI AL VAPORE CON SALSA AGRODOLCE PICCANTE


Ingredienti per 4 persone
(ne escono parecchi, quindi se dovete mangiarli insieme ad altre cose, vi conviene dimezzare le dosi, come abbiamo fatto noi)

500 gr di farina 00
1 pizzico di zenzero
400 g di carne di maiale tritata 
1 cipollotto verde
½ carota
1 spicchio d'aglio tritato 
3 cucchiai di sherry secco
1 cucchiaino e ½ di sale 
foglie di verza
1 cucchiaio di salsa di soia

Fate un impasto di acqua e farina, aggiungendo tanta acqua quanta ne serve per ottenere un impasto elastico (circa 250-300 gr) e unendovi un pizzico di sale.


 Amalgamate la carne con lo sherry, l'aglio, la carota e il cipollotto tritati finemente; salate e unitevi lo zenzero e la salsa di soia.

 
 Stendete la pasta e ricavatene prima degli gnocchi 


che poi stenderete in dischi sottili del diametro di un bicchiere o dei quadrati piuttosto grandi.


 Farciteli mettendo un cucchiaino di ripieno nel centro di ciascun disco di pasta e chiudete ciascuno a metà; sigillate il ripieno all'interno della pasta premendo bene i bordi della stessa.

Foderate l'apposita vaporiera (io ho usato una pentola normale dotata di cestello per la cottura al vapore, ma se voi avete quella di bambù ancora meglio) con una o più foglie di verza, sistemateci sopra i ravioli e fateli cuocere per circa 10-15 minuti al vapore, fino a quando la pasta dei ravioli inizierà a diventare piuttosto trasparente.


 Una volta pronti, teneteli da parte in caldo e preparate la salsa agrodolce.

SALSA AGRODOLCE PICCANTE

1 tazza di acqua (circa 240 ml)
1 cucchiaio colmo di zucchero
3 cucchiai di concentrato di pomodoro
1 cucchiaio di maizena
1 cucchiaio colmo di salsa di soia
1 cucchiaino di pasta di peperoncino
(si può omettere, se la preferite non piccante)

Stemperate la maizena nell'acqua, unite tutti gli ingredienti in un pentolino e fateli addensare su fiamma bassissima.



Con questa ricetta partecipo al contest di Profumo di Sicilia :

"Il giro del mondo in 80 e più ricette, cucina etnica per tutti i palati in collaborazione con Tec- Al"


18 commenti:

  1. Molto belli da provare
    brava ciao

    RispondiElimina
  2. ecco, i ravioli al vapore sono tra i miei piatti fissi al cinese, con ripieno variabile.. mai pensato di farmeli! ora ci penso su!
    se ti interessa un altro contest "siciliano" c'è quello di batù, di batuffolando.blogspot (non so come metterti il link) su Piemonte e Sicilia, che è appena partito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piacciono molto, ma quello che mi fa davvero impazzire è la loro salsa agrodolce e questa ci assomiglia tanto! Buonissima!

      Elimina
  3. io li adorooooooooooooooo *_* sembrano davvero buonissimi :-)

    RispondiElimina
  4. io dico sempLe al mio bimbo di 2 anni che mi sembLa un cinese peLchè non c'è modo di fargli dire mai una erre che sia una, non ce la fa proprio! ; )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah!! Che carino, il tuo bimbo...pensa che mio nipote, che ha 2 anni e mezzo, ancora dice pochissime parole, altro che r!! :)

      Elimina
  5. Ciaoo... leggendo la storia mi sembra di vedere me e i miei quando propongo qualcosa di nuovo... sono arrivata ad una conclusion: prima cucino/ordino, assaggiano e poi rivelo la provenienza... dopo che è stata svuotata la pentola non possono dire nulla!!! in bocca al lupo LA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava! Adesso uso la stessa tattica anch'io, ma all'epoca ero ancora troppo giovane e sprovveduta ;D

      Elimina
  6. Mi piacciono molto i ravioli al vapore.
    Ho una ricetta per la pasta con cui mi trovo bene, l'ho anche pubblicata sul blog qualche mese fa, ma proverò senz'altro con piacere il ripieno che hai suggerito. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Ho visto anche la tua ricetta, mi sembrano buonissimi! L'importante è stenderla molto sottile, io l'ho fatta forse un po' più spessa e mi sa che li ho riempiti troppo...che ingordi! =)

      Elimina
  7. ahahaha... che ridere... immagino la scena....
    però la ricetta, risate a parte, è mondiale!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, mia cugina ancora se la ricorda, anche perché è durata un po', considera che la tizia al tel continuava a dirmi "numelo tle" e io insistevo a correggerla...che imbecille... =D =D

      Elimina
  8. Anch'io adoro il cibo cinese...mi hanno giusto dato un indirizzo nuovo che sperimenterò. A casa non oso fare più di tanto, ma mi segno la tua ricetta, hai visto mai che in 'sti mi senta ispirata ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io da quando ho comprato la salsa di soia e i germogli, ho già sperimentato un po' di cose...devi provare il maiale in agrodolce, è spettacolare!! Purtroppo non ho le foto della ricetta, per quello non l'ho postata...ma deliziosa!!

      Elimina
  9. Includi anche la nostre r per gli inglesi!!!! Aiuto!!! Cmq buono il cinese... E buonissimi i tuoi ravioli!!! ottima preparazione!! ...ma poi la famiglia ha apprezzato la scelta del cinese!? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...giusto! Beh, ogni lingua ha i suoi punti forti, che per gli altri sono punti "deboli" =) La mia famiglia voleva ucciderci, mio zio ce l'ha rinfacciato per secoli e mia madre quando ha assaggiato il tofu voleva morire (e come darle torto?)!! ahahahah!!!

      Elimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!