"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

giovedì 3 maggio 2012

Breathe


 Esco fuori al balcone e guardo le mie piantine aromatiche, sulle loro mensole di legno nuove di zecca, che si godono l'aria mattutina. Piace anche a me, quest'aria, con qualche grado in meno di ieri, più fresca, più leggera, che ti entra nei polmoni e li fa rinascere...e insieme a loro i pensieri...Se c'è questo sole, niente può andare storto o, almeno, non tutto. E i sogni, che diventano desideri, per poi ritornare ad essere solo sogni, prima o poi riprenderanno ad essere desiderati, perché questo è il loro ciclo vitale, la loro giusta direzione. 
Non importa se ogni tanto faticano a tornare sogni, tanta è la forza con cui vorresti si avverassero...non importa. L'importante è respirare. Come un mantra. Inspirare. Espirare. Inspirare. Espirare di nuovo.
E respirando sentire le emozioni sopite dentro lo stomaco, che vengono fuori, così tu puoi imparare a dar loro un nome...Inspirare. Paura. Espirare. Rabbia. Più in fondo Delusione e più giù ancora Inquietudine. Respira. Respira.
Mi piace stare qui, affacciata al balcone della cucina. Amo questa casa, le sue stanze, la sua luce e i suoi rumori. E non accadrà niente di brutto. Andrà tutto bene, sempre. Il vento mi porta questo pensiero e io mi ci cullo, come un'adolescente.
...e, sai che?
Mi sa che mi è venuta fame....Inspira. Respira.

GNOCCHI DI PATATE AL BASILICO CON FRUTTI DI MARE



Ingredienti per 4 persone

Per gli gnocchi di patate al basilico

800 gr di patate
farina q.b.*
1 pizzico di sale
10-12 foglie di basilico fresco, frullate con qualche goccia di acqua
(devono diventare una poltiglia)

Lessate le patate, togliete la buccia e schiacciatele. Lasciate che raffreddino un po' (bollenti vi chiederebbero troppa farina); fate la fontana con la farina -iniziate con 200-250 gr- aggiungete un pizzico di sale, il basilico frullato e al centro le patate. Cominciate ad impastare, unendo via via altra farina*, quanta ve ne servirà per ottenere un impasto morbido ma sodo, ricordandovi che più farina mettete, più "callosi" vi verranno gli gnocchi. La quantità di farina varia ovviamente anche in base alla qualità delle patate che usate, quindi di volta in volta vi dovrete regolare di conseguenza...Quando l'impasto sarà pronto, nel senso che non lo sentirete più umido e appiccicoso sotto le mani e vi renderete conto che non assorbe più farina, copritelo con un telo a lasciatelo riposare.
Intanto, preparate il condimento.


Per il sugo ai frutti di mare

700 gr di cozze
500 gr di vongole veraci
300 gr di lupini
150 gr di moscardini
4 o 5 pomodorini pachino
prezzemolo
2 spicchi d'aglio
1 peperoncino secco
olio evo
sale
vino bianco

Fate soffriggere l'aglio e il peperoncino nell'olio.
Eliminate entrambi e versate nella padella le vongole e i lupini. Coprite e lasciate che si aprano.
In un'altra padella ampia, fate aprire anche le cozze, in un filo d'olio, che avrete in precedenza pulito e a cui avrete tolto il bisso.

Ora viene la parte più noiosa...

Sgusciate la maggior parte delle vongole e delle cozze, tenendone da parte qualcuna per decorare il piatto, e mettetele insieme in una delle due padelle, la più grande, possibilmente. Nella rimanente padella (se sto facendo un casino, ditemelo...), sempre in un filo d'olio, soffriggete un altro aglio e unitevi i moscardini.
Insaporite per un paio di minuti, sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e aggiungete i pomodorini.
Quando i moscardini saranno pronti, eliminate l'aglio e uniteli nella padellona con i frutti di mare. 
Cospargete di prezzemolo.

Mettete a bollire una bella pentola con acqua salata e un cucchiaio di olio.
Riprendete l'impasto degli gnocchi, staccatene dei pezzetti, fate dei filoncini e formate gli gnocchi, della misura che preferite, stando attenti a spolverare sempre il piano di lavoro con un po' di farina.


Potete lasciarli così oppure rigarli sui rebbi della forchetta -nel mio caso avevo un aiutante fantastico: mio padre che, con una velocità stupefacente, me li ha rigati quasi tutti in pochissimo tempo!- 

Appena l'acqua bolle, calatevi gli gnocchi e fateli cuocere finché saliranno tutti a galla. Scolateli delicatamente e versateli nella padella con il condimento.
Mantecateli con un po' di acqua di cottura e serviteli, con un altro po' di prezzemolo fresco (che io ahimé, non avevo...).



15 commenti:

  1. grazie.... no ma grazie davvero eh!!!! sono le 18.30 e io sto sbavandoooooo davanti al tuo piatto....
    oddìo... così non ci arrivo a cena :O(
    fatastica ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah!! La nostra golosità non perdona! ;D

      Elimina
  2. Il pesce è ancora un taboo per me, sforno dolci neanche avessi una pasticceria ma mi nutro grazie a mio marito!! Non si dovrebbe dire ma è la verità, e questa ricetta è perfetta, preparata con una cura infinita, infatti gliel'ho mostrata, lui ha sorriso e mi ha detto "stupiscimi"
    passato il panico, volevo condividere questo pezzetto di casa mia con te :)
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...sono onorata, che tu mi abbia fatto "entrare" un po' nella tua quotidianità! =) In realtà, anch'io adoro il pesce, ma non sono bravissima a cucinarlo. Faccio più o meno sempre le stesse cose, solo qualche volta azzardo una ricetta nuova...Scommetto che anche per te, in fondo, è solo paura di sbagliare! Allora ha ragione tuo marito, però io lo dico a te: stupisciti!! ;D Un bacio!!

      Elimina
  3. Ma mano che leggevo il post mi aumentava la fame ad ogni riga scorsa.. una ricetta fantastica e una presentazione da favola! Bravissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...sì, anche a me mentre lo scrivevo...eheheheh!

      Elimina
  4. Anche io amo godermi le mie piantine, sia il mattino che la sera al buoi... Quando riposano!!! Che belle, che magiche!!! Favolosi i tuoi gnocchetti di un verde tenero con il basilico! ... E che bontà questo augo di amee, aromi e profumi mediterranei!!! Bravissima!

    RispondiElimina
  5. Ciao sono Maria e arrivo qui per caso: ma che bel blog, una delizia per gli occhi e per il palato, complimenti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...Oddio, Maria, scusami!! Ho appena visto questo messaggio, che mi era sfuggito, in tutto questo tempo...! Ti ringrazio, per essermi venuta a trovare e ti chiedo perdono per il ritardo con cui ti rispondo :*

      Elimina
  6. Poeta.
    Tu.
    Sì, poeta e non poetessa, perché ha ancora più significato, tutto questo. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...Poeti noi, allora, che sappiamo guardare, vedere e stupirci sempre del nostro sentire :* Sei troppo bella, bella bella :)

      Elimina
  7. Quanto e bello leggerti! E che gnocchi!! Io col basilico faccio quelli Di melanzane, bellissima idea quella Di aromatizzare gli gnocchi Di patate :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..grazie, Paola, sei dolcissima!! :)))

      Elimina
  8. Quanto e bello leggerti! E che gnocchi!! Io col basilico faccio quelli Di melanzane, bellissima idea quella Di aromatizzare gli gnocchi Di patate :)

    RispondiElimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!