"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

venerdì 11 maggio 2012

La rivincita della tartaruga


 A vent'anni ero una ragazzina profondamente timida: visino acqua e sapone, poco trucco, schivavo gli sguardi come le tartarughine d'acqua dolce, che appena ti avvicini...zac! tirano dentro zampe e testa, lasciandoti ad osservare il carapace. Ecco, io ero esattamente così.
Certo, le ventenni di adesso sembrano uscite quasi tutte da un film di Barbarella, ma ho avuto la chiara percezione di quello che mi sono persa da ragazza, l'altra mattina, mentre, impegnata nelle faccende domestiche, mi sono accorta che mi mancava una cosa e ho deciso di fare un salto al negozio di fronte casa.
Mi sono data uno sguardo veloce allo specchio: capelli...normali; trucco...praticamente zero; pantajazz, maglietta trucida, crocs...queste qui ...ok, queste me le tolgo, mi è rimasto un briciolo di dignità.
Prendo chiavi e borsa ed esco al volo.

Sulle scale del condominio, scena al rallentatore...lei è accanto al citofono, aspetta qualcuno: avrà più o meno 20 anni, capelli lunghi e fluenti, jeans attillati, stivaloni col tacco 10 (meno male che almeno mi sono tolta le crocs, altrimenti per la vergogna le scale me le sarei fatte rotolando), trucco perfetto e aria da cerbiatta-salvami-sono in mezzo al bosco-da sola.
Rapido sguardo a lei - poi a me - di nuovo a lei -di nuovo...paurosamente, a me :-/

Ok. Lista dei cambiamenti da fare durante il risveglio primaverile dei sensi:
  1. buttare le crocs con i teschi
  2. comprare pantaloni di pelle nera, perfetti per fare la spesa *_*
  3. esercitarsi nello sguardo da micetta in pericolo sul ramo dell'albero (...ce la posso fare)
  4. imparare a coordinare lo sguardo col sorriso di chi la sa lunga, l'ancheggiamento, il saper portare i tacchi 10, lo sflappettio delle ciglia, lo smalto alle unghie.... (...questa non ce la posso fare)
Bene. Ora posso uscire.
.
...cazw@#§*o! Mi sono dimenticata la maglietta trucida!!
.
E va beh, ma allora ditelo.....
.
Mi ci vuole un caffè.
.
L'originale è qui
Ingredienti per uno stampo da plumcake o una tortiera da 24 cm
200 gr di zucchero
3 uova medie, separate
150 gr di farina 00
100 gr di fecola
10 gr di lievito
1 caffettiera di caffè per due
100 gr di burro (o margarina)
40 gr di olio di mais
circa 4 cucchiaini di caffè solubile
 .
Sbattete i tuorli con lo zucchero e un goccio di caffé, poi sempre montando unite il burro fuso raffreddato. Incorporate setacciati la farina, la fecola e il lievito e piano piano mescolate con il caffé ormai freddo nel quale avrete sciolto, quando era caldo, il caffé solubile.
Aggiungete l’olio e alla fine unite delicatamente gli albumi montati a neve ferma.
Versate nella tortiera e cuocete a 170° per circa 40-45 minuti (fate la prova stecchino).


28 commenti:

  1. sono morta dal ridere....è proprio vero, oggi le ragazzine sono proprio cosi e non solo a 20 anni, ma anche prima; e se penso ai miei 20 anni che in fondo non è passato poi cosi tanto tempo, rabbrividisco! io non porto tacchi 10 nemmeno ora che di anni ne ho 33, se proprio devo, li indosso per le cerimonie, ma ho sempre con me le ballerine di ricambio, che chi resiste una giornata sui trampoli!!!! p.s. viva la maglietta trucida!!! Angela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...trucide for ever!! ahahahah!!

      Elimina
  2. ahahha sei troppo forte!!! un cake davvero energico!!!!!!!!!baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheheheh in alcuni giorni questo tipo di energia è indispensabile! ;D

      Elimina
  3. auhauhauahuahauhauhauhauhauh io a 20 anni portavo scarpe da ginnastica giganti,felpa e pantaloni due taglie più grandi.
    ora ne ho 26 e mi vesto con pantaloni della mia taglia e se proprio voglio OSARE metto le ballerine auhauhaah...dici che entro i 30 imparerò anche io a camminare sul tacco 10 e ad uscire di casa col pantalone d pelle attilatissimo con lo sguardo da cerbiatta? ;P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...mmm....non lo so...io ne ho quasi 37 e sto ancora qui con le ballerine ;D

      Elimina
  4. questo post mi piace da morire, e mi ci rivedo perfettamente! ovviamente io mi trovo dalla parte della trucida con le crocs, ca va sans dire.... sigh. Cerchiamo un corso da frequentare insieme????? dici che abbiamo ancora qualche speranza? io intanto corro a cercare le cros tacco 10

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ....nooooooo!! Le crocs con i tacchi!! Le voglio!! =D =D Ora mi metto subito alla ricerca di un corso e ti faccio un fischio...gli occhi da cerbiatta non avranno più segreti, per noi!! =D

      Elimina
  5. gabri sono contenta di apprendere che a te basti un caffè. a me ci vorrebbe un miracolo!!!!
    tanto per dire no, io la mattina mi trucco in macchina (la maggior parte delle volte non guido, tranquilla), mi ceco col mascara puntualmente e gli occhi mi vengono lucidi da soli...
    l' altro giorno avevo la maglia talmente arrotolata che uno sulla metro si è alzato per cedermi il posto pensando fossi incinta..
    ecco... io ora non vorrei dire ma........ ste figliole di 20 anni non c' hanno un piffero da fà?!?! no perchè io manco il tempo di asciugarmi i capelli c' ho, figurati di tirarli a lucido.. e a 20 anni stavo sui libri (cretina...)
    naturalmente parlo per invidia eh!!!!!!! avessi fatto diversamente magari ora camperei di rendita!!!
    bacione!
    p.s.: e invece mi nutrirò del tuo cake....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahah!!! Quella del tizio che sulla metro ti dà il posto pensando tu sia incinta, è fantastica...E mi consola sapere che non sono l'unica ad avere problemi col tirarsi a lucido!! :) W le donne "normali"! ;D

      Elimina
  6. Ahaahhahah io col taco 10 non so stare per più di 15 minuti senza fare figuracce... per me è una partita persa in partenza :-)

    RispondiElimina
  7. sei simpaticissima cara, che post, e delizioso il dolce, brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheheh...grazie, sei troppo gentile! :)))

      Elimina
  8. mia cara, sfondi una porta aperta...ero un disastro a sedici anni, figuriamoci adesso! Devo ammettere che dopo di quaranta ho cercato di darmi un tono un pizzico più sofisticato, staglio di capelli nuovo, colpi di sole, unghie con smalto impeccabile, dieta rigorosa per perdere 15 chili, ma che fatica!! quello che dovrebbe essere un piacere, per me è una fatica improba, ma se ci si lascia andare alla mia età,, riprendersi dopo è impossibile...comunque gli occhi da micetta e il tacco 10 rimangono un miraggio, forse le ragazze di oggi hanno una deviazione genetica moderna :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...hai ragione, per noi una fatica, per loro una "deviazione" genetica...ma è un'ingiustizia!! =D

      Elimina
  9. FANTASTICA! e lo dico sul serio, sei assolutamente fantastica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ....Alessia, così mi fai arrossire!! :)))

      Elimina
  10. Resta unica come sei che la personalità non ce nulla che la paghi!!! W le differenze abbasso gli stereotipi e le pulzelle ormai omologate!!! ...stupende le crocs coi teschi... Le voglio pure io!!! E voglio pure il cake al caffè... Adoro i dolci al caffè!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ti dirò di più: dato che ho un piedino alquanto piccolo, le crocs le ho comprate in un negozietto di scarpe...per bambini!! ahahahah!! Che vergogna!! ;D

      Elimina
  11. Ciao/Hello

    Violazione del copyright/Copyright Violation

    Le scrivo per voi per quanto riguarda il banner che si sta utilizzando per il "Cucinando Decorando" la concorrenza del "Farina, Lievito e Fantasia" blog. Questa torta e la foto non appartengono a Ramona. Lei li ha usati senza permesso. La foto non è stato rilasciato sotto qualsiasi tipo di licenza Creative Commons.

    Le sarei grato se volesse fornire un credito per me (~Made With Love~) e un link alla foto originale (http://www.flickr.com/photos/64101107@N03/6311944027/in/photostream) con l'immagine sul tuo blog.

    Ho chiesto a Ramona più di una volta per accreditare me come il creatore della torta e foto. Se lei non fa questo, io la relazione al Blogger per violazione copyright.

    Grazie per il vostro tempo.


    I am writing to you regarding the banner that you are using for the "Cooking Decorating" competition from the "Farina, Lievito e Fantasia" blog. This cake and the photo do not belong to Ramona. She has used them without permission. The photo has not been released under any type of Creative Commons licence.

    I would be grateful if you would provide a credit to me (~Made With Love~) and a link to the original photo (http://www.flickr.com/photos/64101107@N03/6311944027/in/photostream) with the picture on your blog.

    I have asked Ramona more than once to credit me as the creator of the cake and photo. If she does not do this, I will report her to Blogger for copyright violation.

    Thank you for your time.

    Grazie/Thank you

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Pamela! Mi dispiace molto, per questo disguido e spero che adesso la cosa sia risolta. Internet è un mondo complesso e purtroppo spesso ci si trova in situazioni spiacevoli, magari senza rendersene conto. Per quanto riguarda il mio blog, ho inserito il link alla tua foto originale e il nome del tuo sito. Se dovessero esserci ancora problemi, fammelo sapere, che provvederò a rimuovere la foto.

      Elimina
  12. Sono passata qua per la prima volta... e ti seguo molto volentieri :)
    Io quando sto in casa voglio star comoda... quindi tutona e ciabatte XD ma se devo andare anche solo a buttare l'immondizia... mi metto i jeans, una maglietta e... il rossetto e la matita!!! Sono pazza, lo so !! XDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Angie!! Benvenuta :) Ma no, non sei pazza, aver cura di sé è un modo per dirci che ci vogliamo bene ;D

      Elimina
  13. Infradito pantaloni del pigiana e maglietta questa è la mia divida in casa...il fidanzato mi guarda ogni tanto e mi chiede se è il caso di mettermi bardata così solo perchè non devo più fare la seducente con nessuno :) bastardo!! a me vanno più paura qulle dai 12 ai 14 piuttosto che quelle di 20 se devo essere sincera °-° v.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah!! Sanno essere cattivi, gli uomini ;)

      Elimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!