"…in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito rese indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale..."

(Marcel Proust, "Alla ricerca del tempo perduto")


_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

mercoledì 10 ottobre 2012

My October

Immagine presa da internet
Se mi chiedessero di scegliere un mese, fra tutti i mesi dell'anno, un mese in cui raccogliere il cumulo confuso delle mie fantasie e dei miei sogni, io sceglierei, senza esitazione alcuna, ottobre. 
Esco sul terrazzo, in uno dei mille gesti automatici che faccio ogni giorno, e mi fermo, gomiti sulla ringhiera, a godermi il cielo a metà, tra le nuvole e l'azzurro intenso e sento il sole, bello, tiepido, finalmente non più nemico, e avverto l'odore degli alberi di fronte, quel profumo di corteccia che solo l'aria di ottobre può regalare; e vedo il cambiamento della natura, che è anche un po' il cambiamento mio e del mio mondo intorno. E penso a quanto sono grata, di questo mutare continuo dei colori, dei profumi, delle sensazioni che, stagione dopo stagione, mi dicono che sono parte attiva di questo ciclo inarrestabile, avviluppata e persa nella Natura, come il bozzolo pronto di una farfalla.
E pronta anch'io ed emozionata come una bambina all'inizio del nuovo anno scolastico, felice di accogliere i mutamenti, le piccole grandi rivoluzioni, il mettersi in gioco, l'assaggiare gusti nuovi o dimenticati, con quel pizzico di paura che un po' frena un po' dà slancio, delle prime temute interrogazioni...

E ritorna il forno, la farina, LE farine, le sperimentazioni, i porcini, i risotti, le zuppe bollenti, le torte scaldacuore... E ritorno io, affacciata al terrazzo come alla vita. 

...e questa come la vedete, accompagnata da una bella tisana allo zenzero?


Ingredienti per uno stampo di 22-24 cm

150 gr di farina
225 gr di carote pulite
7 gr di bicarbonato
1/2 bustina di lievito
100 ml di olio di mais
175 gr di zucchero di canna
1/2 cucchiaino di noce moscata
1 cucchiaino di cannella
3 uova medie

Preparazione

Montate lo zucchero e l'olio, fino ad ottenere un'emulsione, unite le uova intere e montate fino ad avere un composto gonfio e spumoso.
Aggiungete gli ingredienti secchi setacciati e amalgamate bene. Grattugiate le carote finemente e unitele al composto, facendo attenzione a non smontare l'impasto.
Versate nella tortiera unta e infarinata e infornate a 180° per circa 30 minuti.

  • Io stavolta ho sostituito le fruste con il robot, ho montato gli ingredienti e tritato le carote, tutto nel mixer. Il risultato è stato ovviamente più compatto e umido, rispetto a se avessi usato le fruste elettriche. Voi regolatevi a seconda dell'effetto che preferite ottenere.



18 commenti:

  1. La vedo benissimo, Gabri. Il sapore di questo dolce ben si accosta alla tua bellissima descrizione.. a quei colori, a quei profumi e a quelle dolcissime riflessioni! Vada per la tisana allo zenzero.. corro subito da te :) Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...metto su l'acqua e preparo tazze e piattini! ;D

      Elimina
  2. ...mi aggiungo volentieri anch'io!
    La torta ha un aspetto delizioso,come il tuo quadro d'autunno appena descritto!
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...c'è sempre posto, per un'amica in più! :D

      Elimina
  3. Che torta buonissima...Io però ammetto che preferisco l'estate e il caldo...L'autunno mi mette un pochino di tristezza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh, sì, a molti l'autunno fa l'effetto malinconia...A me invece rende eccitata, non so perché. Ma questo ci fa capire come le nostre emozioni riescano ad influenzare anche la percezione delle stagioni ;)

      Elimina
  4. Accorro pure io!!!! Oddio che bontà!!!

    RispondiElimina
  5. La vedo benissimo con quella tisana allo zenzero,da gustare soavemente appoggiata alla ringhiera!descrizione perfetta per una stagione un pò malinconica,ma ricca di buoni propositi!Un abbraccio cara e complimenti per questa delizia dal colore autunnale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... una stagione che custodisce e prepara il seme di nuove primavere! :)

      Elimina
  6. Oh che buona! Una torta un po' diversa dal solito da provare assolutamente! Bravissima :)

    RispondiElimina
  7. La meraviglia delle cose semplici... che bellezza.
    Io mi sento emozionata come una bimba ad ogni cambio di stagione... e di ognuna dico che è la mia preferita perchè porta regali diversi dalla precedente.

    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, ogni stagione ha i suoi doni preziosi di cui ringraziare!

      Elimina
  8. meravigliosa la tua descrizione!!!
    ottobre è un mese pieno di magica atmosfera!
    e la tua torta accompagnata da una calda tisana rende tutto ancora più bello e sognante!
    grazieeee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ma scherzi? Grazie a te per essermi venuta a trovare!! ^_^

      Elimina
  9. ciao complimenti per la deliziosa torta di carote ne gusterei volentieri una fetta, appena puoi passa da me ho un pensiero per te. Rosalba ti ricordi di me? Profiteroles di Sal de Riso. Bacio a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Rosalba!! Certo, che mi ricordo di te! :) Sei stata dolcissima, a farmi questo dono. Non volermene, ma come ho scritto anche a lato, io da un po' non accetto più premi, per diversi motivi...Ma ti ringrazio tantissimo, per aver pensato a me! Un abbraccio!!

      Elimina

Impronte sulla sabbia
Grazie per le impronte che lascerete: commenti, suggerimenti, critiche, semplici saluti...saranno tutti graditi!